Teatro, lo Stabile di Catania trionfa ai premi "Le maschere del teatro italiano"

Luigi Lo Cascio e Vincenzo Pirrotta, Laura Marinoni ed Elisabetta Valgoi, sono il magnifico quartetto di vincitori che ha consentito al Teatro Stabile di Catania di conquistare il maggior numero di riconoscimenti ai premi “Le Maschere del Teatro Italiano”. Un trionfo annunciato quello sancito dalla cerimonia di consegna che si è svolta ieri sera a Napoli nella splendida cornice del Teatro San Carlo. La serata, condotta da Tullio Solenghi, è stata poi trasmessa in diretta differita su Rai Uno. Premiati Luigi Lo Cascio come migliore attore protagonista e Vincenzo Pirrotta come migliore autore di novità italiana, entrambi per lo spettacolo "Diceria dell’untore". La innovativa rivisitazione del romanzo di Gesualdo Bufalino è stata prodotta dallo Stabile etneo in linea con la linea che da sempre privilegia la ovalizzazione della grande letteratura siciliana.

Premi altrettanto prestigiosi per Laura Marinoni ed Elisabetta Valgoi, rispettivamente migliore attrice protagonista e non protagonista per "Un tram che si chiama desiderio" di Tennesse Williams, coprodotto dallo Stabile catanese con Emilia Romagna Teatro: un’altra scelta emblematica dell’ente catanese che, mentre si nutre delle proprie radici, mantiene un’apertura esemplare nei confronti della drammaturgia non solo italiana e della sperimentazione.

La vittoria dello Stabile di Catania assume spessore anche maggiore giacché l'ente concorreva pure con altre nomination: per le categorie miglior attore non protagonista (Pippo Pattavina per "La governante" di Brancati e Giancarlo Condè per "I Giganti della Montagna" di Pirandello). E ancora per il miglior scenografo (Antonio Fiorentino) e miglior costumista (Elena Mannini), in entrambi i casi per il citato testo pirandelliano messo in scena dal regista Giuseppe Dipasquale, direttore dello Stabile etneo, che ha espresso la propria soddisfazione per la bella affermazione dell’ente.

“Le Maschere del Teatro Italiano” premiano infatti le eccellenze artistiche della stagione teatrale 2011/2012. Come da regolamento, lo scorso 21 maggio una giuria di esperti, nel corso di una seduta pubblica svoltasi al Teatro Quirino Vittorio Gassman di Roma, ha individuato i finalisti per le 12 categorie in gara. Il voto segreto di oltre 500 artisti e professionisti del teatro ha poi designato i vincitori, proclamati e premiati nel massimo napoletano, davanti a un pubblico composto dai più importanti esponenti del mondo del teatro e della cultura.

Nell’ambito della serata è stato consegnato anche il Premio speciale del Presidente della guiria Gianni Letta al regista e critico teatrale Maurizio Scaparro, che nella scorsa stagione ha diretto per lo Stabile di Catania il nuovo allestimento della commedia di Vitaliano Brancati “La governante”.
blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cultura