Torino-Catania 2-2, parola ai protagonisti: Maran, Ventura, Gasparin, Frison e Bianchi
SiciliaToday.net
Rolando Maran, tecnico del Catania

Torino-Catania 2-2, parola ai protagonisti: Maran, Ventura, Gasparin, Frison e Bianchi

Le interviste del post-partita di Torino-Catania 2-2, realizzate da SiciliaToday. Parola a Maran, Ventura, Gasparin, Frison e Bianchi.

MARAN: “Siamo andati oltre ogni limite, grandi complimenti a tutti noi, a chi ha lavorato e a tutti i tifosi. Chiudiamo una stagione che è storica per il Catania. Abbiamo festeggiato stamppando le classiche delle bottiglie, è di rito. Sono felice per questi ragazzi perché hanno tirato fuori prestazioni importanti. È un insieme di record e prestazioni notevoli che hanno fatto sì che si riuscisse ad arrivare a certe cifre e a certi numeri. Il record di gol fatti in serie A ci deve dare molta soddisfazione. I nostri attaccanti hanno battuto quasi tutti il record personale di gol. L’anno prossimo l’obiettivo sarà anzitutto salvarsi e poi stupire ancora. Dobbiamo ripartire ricominciando da zero e confermando ciò che abbiamo fatto di buono. Ho voluto schierare un giocatore della primavera per premiare la squadra primavera che ha raggiunto la finale scudetto. Il futuro di Catania è rappresentato anche da loro. La partita di oggi? L'aver rotto l'equilibrio subito ci ha aiutato, ma noi abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fino alla fine. Futuro? Resto a Catania”.

VENTURA: “Abbiamo sprecato un paio di partite che urlano vendetta, ma fa parte del processo di crescita. Stasera era una partita che non contava nulla, direi che è stata una partita piacevole. Ho voluto provare un trio d’attacco inedito con Cerci, Jonathas e il giovane Bekic. Era giusto però che Bianchi avesse preso gli applausi dei tifosi granata a partita in corso, perché se avesse giocato male l’avrei sostituito. Il mio futuro? Bisogna parlare con la società di futuro. Quello che più conta è che il Toro è rimasto in Serie A”.

GASPARIN: “Abbiamo finito la stagione come avevamo promesso. Vi ricordate tutti che si diceva che una volta raggiunta la salvezza c’era il rischio di togliere il piede dall’acceleratore? Abbiamo risposto facendo il miglior risultato possibile. L’ottavo posto è un traguardo importante che da lustro a questa società. Raccogliamo i frutti di un lavoro sinergico che abbiamo fatto tutti insieme ed è coinciso con risultati importanti dal punto di vista sportivo e gestionale. L’ingresso di Petkovic rappresenta il Catania che verrà oltre l’attestazione per il grande lavoro del settore giovanile. Il mio futuro? Mi godo i risultati che abbiamo colto, nei prossimi giorni avrete una risposta circa la mia partenza o meno. Sarà una notizia ed una decisione basata sulla credibilità che ha sempre contraddistinto questa nostra stagione”.

FRISON: “Va fatto un plauso a tutti i miei compagni, alla società e al mister che ha fatto un lavoro eccezionale quest’anno. Siamo riusciti a pareggiare anche qui e abbiamo raggiunto il nostro obiettivo che era l’ottavo posto. La partita? Al livello personale sono molto soddisfatto. Adesso pensiamo alle vacanze e all’anno prossimo. Mi godo il pareggio e l’ottavo posto, per il futuro si vedrà”.

BIANCHI: “Cinque anni a Torino non si dimenticano facilmente. Sono orgoglioso di aver vestito questa maglia e spero di averla onorata nei momenti belli come in quelli brutti. Ringrazio tutti i compagni che ho avuto e tutte le persone con cui ho lavorato perché mi hanno permesso di entrare nella storia granata. Futuro? Ho voluto aspettare la fine del campionato prima di pensare al mercato perché volevo rispettare i miei tifosi. Ora valuterò le offerte e cercherò di scegliere la migliore soluzione per me”.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio