Torino-Palermo, ancora ko i rosa: è il terzo di fila

Terza sconfitta di fila per il Palermo, con un'ora di gioco regalata al Torino di un Padelli libero di riposare e una discreta mezz'ora nel secondo tempo con la superiorità numerica. È 2-1 per i granata: un'autorete, una prodezza di Benassi e i legni fermano gli uomini di Iachini, che opta inizialmente per un 3-4-3 senza punte di ruolo contro il solito 3-5-2 di Ventura. L'arrembaggio finale non sorride ai rosanero, il Toro prima in dieci e poi in nove uomini resiste. Episodi decisivi: il Palermo punge poco, al pari dei piemontesi che però danno l'impressione di metterci più cuore e più gamba.

PRIMO TEMPO NEGATIVO PER I ROSA – Nei primi venticinque minuti nulla di particolarmente rilevante, il Torino si rende pericoloso sui calci d'angolo e il Palermo non riesce a tenere su la squadra: i granata fanno la partita, vanno al tiro con Quagliarella, i rosanero manifestano difficoltà nell'imbastire un'azione degna di nota. Incrocio dei pali al 40' per Trajkovski, splendida punizione che aggira esternamente la barriera e rientra forte e precisa verso la porta. I legni salvano Padelli. Al 44' cross basso di Molinaro al termine di una buona azione granata e vantaggio dei padroni di casa con l'autorete di Gonzalez che nel tentativo di anticipare Maxi Lopez batte Sorrentino.

L'ARREMBAGGIO NON BASTA – Splendido avvio di ripresa per il Torino, con uno straordinario gol di Benassi che al 2' si coordina sul lancio di Maxi Lopez e fa partire un bolide in diagonale che trafigge Sorrentino. Spazio a Gilardino per Rispoli, poi viene espulso al 15' il granata Molinaro per doppio giallo. I rosa continuano a non disturbare Padelli fino a metà tempo, quando Gonzalez la spizza in rete di testa riaprendo il match su assist di Vazquez. Dentro pure Lazaar per spingere, poi nel finale la mossa della disperazione con La Gumina al posto di Trajkovski. Il Torino agisce di rimessa, al 44' resta in nove per il rosso diretto a Obi che va dritto sulle gambe di Vazquez. 5' di recupero, c'è l'incrocio dei pali colpito da Struna di testa.

BISOGNA RIPARTIRE, CON IACHINI – La classifica continua ad essere discreta in virtù dei risultati di inizio campionato, ma per la terza volta consecutiva non arrivano punti. Palermo dai due volti, impalpabile all'inizio e combattivo in chiusura: la fase offensiva resta un problema, qualche timido passo in avanti per quanto riguarda il contenimento. C'è la Roma la prossima settimana, test importantissimo per la squadra e per lo stesso Iachini; il tecnico deve fare punti, non basta dare segni di vita anche perché dopo la sosta il mese di ottobre proporrà un mini ciclo difficile con Bologna fuori, Inter in casa e Napoli in trasferta.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio