Tour de France, Nibali straripante sull’Hautacam!
Vincenzo Nibali, orgoglio siciliano al Tour!

Tour de France, Nibali straripante sull’Hautacam!

Superiorità manifesta
Apoteosi siciliana sui Pirenei. Un Vincenzo Nibali leggendario vince in scioltezza la diciottesima tappa della Grande Boucle, 145 km da Pau all’Hautacam (terzo tappone del trittico pirenaico), mettendo una serissima ipoteca sulla conquista finale del Tour de France 2014. Dopo il primo posto di Sheffield, La Planche des Belles Filles e Chamrousse ecco l’Hautacam nello straordinario poker di vittorie dello Squalo dello Stretto in terra di Francia. Immenso, stratosferico, straripante, padrone assoluto di una corsa dominata sin dalla seconda tappa.

Superiorità manifesta, quella dimostrata dal corridore messinese, nel giorno in cui si attendevano gli attacchi degli inseguitori. Si attendeva uno scatto d’orgoglio dello spagnolo Alejandro Valverde, il “padrone di casa”, e dai vari Pinot, Bardet, Van Garderen e, soprattutto, Peraud, l’unico a provare ad insidiare il ciclista siciliano nelle tappe precedenti. Poco da fare: nessun attacco, solo l’ennesima dimostrazione dello stradominio dello scalatore messinese che ha coronato nel miglior dei modi un Tour corso sempre con la maglia gialla sulle spalle.

Un arrivo in solitario da manuale del ciclismo. A poco più di 10 km dal traguardo lo Squalo dello Stretto sale in cattedra: azione avviata da Chris Horner, Nibali gli si accoda per poi lasciarlo sul posto un km più tardi. Colpi di pedale perentori, ritmo di un altro pianeta ed andatura costante fino alla cima dell’Hautacam a quota 1520 metri d’altitudine. Un’impresa leggendaria costruita anche grazie all’apporto fornito dai suoi compagni di squadra, brava a “scortare” il corridore messinese fino ai piedi dell’ultima salita.

Impresa amplificata dai distacchi nella classifica generale: +7’10’’ su Pinot (giunto quest’oggi secondo ad 1’10’’ dal siciliano), +7’23’’ su Peraud, +7’25’’ Valverde. Domani in programma la diciannovesima tappa, la terzultima della Grande Boucle 2014, riservata ai velocisti: 208 km da Maubourguet Pays du Val d'Adour a Bergerac. Ancora poco più di 400 km per Nibali, con l'ultimo ostacolo rappresentato dalla crono di sabato: ultime fatiche prima dell'arrivo a Parigi. Allez Vincent, allez!

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Sport