Utilizzarono server dell'Università per campagna elettorale, pm chiede condanna Rettore
Web

Utilizzarono server dell'Università per campagna elettorale, pm chiede condanna Rettore

Sei anni di reclusione per l'ex rettore di Catania, Antonino Recca, tre anni per l'allora responsabile della struttura informatica, Enrico Commise, e due anni per un dipendente dell'ateneo, Nino Di Maria. Sono le richieste dalla Pm Raffaella Vinciguerra al Tribunale etneo al processo per violazione del segreto d'ufficio e trattamento abusivo di dati personale per l'invio di una mail elettorale a sostegno di una candidata nel 2012 dell'Udc all'Ars, che si è poi ritirata, utilizzando una lista di posta elettronica e il server dell'università.

Le posizioni della candidata, Maria Elena Grassi, moglie di Di Maria, e di suo figlio Daniele Di Maria sono state archiviate. Il prof. Giovanni Grasso, come legale dell'università che è parte civile, ha chiesto la condanna di Recca e Di Maria, e da loro due un risarcimento di 100.000 euro. L'udienza è proseguita con le requisitorie degli avvocati Guido Ziccone e Tommaso Tamburino per Recca, Goffredo D'Antona per Commis, e Walter Rapisarda per Di Maria.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca