Veronica Panarello si difende:
Web

Veronica Panarello si difende: "Non ho alcun sospetto, non so spiegarmi come sia potuto accadere"

Non si sono ancora conclusi gli accertamenti medico-legali sul corpo di Loris Stival, il bambino di otto anni trovato morto il 29 novembre scorso a Santa Croce Camerina. La mamma, Veronica Panarello, è detenuta con l'accusa di averlo strangolato e poi di essersi liberata del corpo del figlio. La salma del piccolo potrebbe essere restituita domani alla famiglia, se non emergeranno fatti inattesi. Lo ha confermato il procuratore di Ragusa, Carmelo Petralia, al termine di una riunione tenuta questa mattina nei suoi uffici per fare ancora una volta il punto con gli investigatori di polizia e carabinieri che hanno approfondito i vari aspetti dell'omicidio del bambino.

Unica accusata del delitto resta la madre, Veronica Panarello, detenuta nel carcere di Catania. "Non ho alcun sospetto, non so spiegarmi come sia potuto accadere. Se avessi un solo sospetto lo avrei detto a investigatori e magistrati" ha dichiarato Veronica al suo legale, l'avvocato Francesco Villardita, sull'uccisione del figlio. Il contenuto del colloquio, avvenuto nei giorni scorsi, è stato rivelato dal penalista all'uscita del Palazzo di giustizia di Ragusa, sottolineando che "lei ha collaborato con polizia e carabinieri sin dal primo giorno".

"La signora Panarello ha espresso la volontà di assistere ai funerali del figlio, ma è una cosa che ancora dobbiamo valutare, al momento non ho presentato alcuna richiesta di autorizzazione", ha poi detto l'avvocato Villardita.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca