Palermo, Dragotto: "Basta con vecchia politica"

"Prima il servizio di Striscia La Notizia sulla presunta richiesta di 'voto di scambio' perpetrata da uomini vicini a Davide Faraone. Adesso la notizia delle indagini della Procura di Palermo su una rappresentante di lista di Fabrizio Ferrandelli al gazebo dello Zen, per presunte attività illecite nello svolgimento delle primarie". Lo dice sul suo blog Tommaso Dragotto, fondatore del Movimento Impresa Palermo e candidato come sindaco del capoluogo siciliano.

"Premesso che in entrambe le occasioni - ha aggiunto il manager siciliano - è doveroso sia fare luce al più presto che attendere l'esito delle indagini della magistratura, queste vicende rappresentano due facce della stessa medaglia: la vecchia politica. E Palermo, devastata proprio dalla cattiva gestione della cosa pubblica e dalla piaga del 'clientelismo', merita una svolta epocale".

"Le primarie del centrosinistra, infatti, - ha proseguito il leader del movimento da egli stesso definito 'apartitico' - hanno dimostrato da un lato la passione civica delle 30.000 persone che hanno partecipato al voto, che meritano di conoscere subito la verità per non tinteggiare con colori cupi i propri consensi; dall'altro i difetti della malapolitica: lotte intestine, sospetti di brogli e veleni. Ecco perché la città ha bisogno di volti nuovi, limpidi e appassionati, con l'intento di perseguire il bene comune e non gli interessi di parte".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Brevi Politica