Indagine Demopolis, Tanasi: "Russo si dimetta"

Un'indagine dell'Istituto nazionale di ricerche Demopolis, realizzata su un campione di oltre mille cittadini rappresentativo della popolazione siciliana, parla chiaro: i siciliani sono insoddisfatti dei servizi pubblici, ma soprattutto della sanità isolana.

Solo il 31% degli intervistati, infatti, ha espresso pareri positivi sui livelli di soddisfazione nel campo della salute: forte è infatti la domanda di una sanità pubblica di qualità.

Negativo il giudizio degli utenti sulla qualità e sull'efficienza dei servizi di pronto soccorso e di diversi reparti in molte strutture ospedaliere dell'Isola. Estrema criticità si registra, in particolar modo, a Palermo. Sono spesso inaccettabili - affermano i cittadini intervistati - modalità e tempi di attesa per visite ed esami specialistici.

"Il sondaggio - sottolineano dal Codacons - non fa che confermare quanto denunciato periodicamente dal Codacons e riassunto nel dossier presentato pochi mesi fa sulla situazione delle liste d'attesa nelle strutture sanitarie delle 9 province siciliane"

"Nonostante le promesse fatte dall'assessore regionale alla sanità Massimo Russo - afferma il segretario nazionale del CODACONS, Francesco Tanasi - la situazione Sanità in Sicilia peggiora invece di migliorare. I dati resi noti con questo sondaggio dovrebbero far capire all'assessore che è arrivato il momento di ammettere il fallimento dei "buoni propositi" e dimettersi. Ai siciliani - conclude Tanasi - non bastano più le parole, vogliono fatti e gli unici registrati parlano di disservizi, scarsa qualità delle prestazioni pubbliche e liste d'attesa impossibili".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Brevi Politica