(Siciliatoday.net)

Calcio, Domenica Siciliana: il punto

FATTORE X
Domenica abbastanza positiva per le undici formazioni siciliane impegnate nei campionati di Lega Pro (Prima e Seconda Divisione) e Serie D (Girone I). Una giornata di campionato vissuta all'insegna dei pareggi: ben 5 segni ‘x'su dieci incontri, uno dei quali un derby. In Prima Divisione pareggi carichi di rimpianti per il Trapani (bloccato al "Provinciale" dal Pergocrema) e per il Siracusa (raggiunto nel finale a Piacenza). In Seconda Divisione prezioso punto per il Milazzo sul campo della Neapolis Mugnano. In Serie D vittorie interne per Adrano (1-0 al Serre Alburni), Acr Messina (2-1 al Val Grecanica) e Nissa (2-0 all'Acri). Pareggi per l'Acireale (2-2 sul campo del Sant'Antonio Abate) e nel derby tra Licata e Palazzolo (2-2). Due le sconfitte, entrambe in trasferta: Cosenza-Marsala 2-0, Nuvla San Felice-Noto 2-1.

PRIMA DIVISIONE
In un "Provinciale" gremito da oltre 5mila tifosi granata il Trapani di Roberto Boscaglia è stata bloccato sullo zero a zero da una Pergocrema oltremodo ‘catenacciara'. Memore del sonoro 0-5 subito nella gara d'andata la formazione gialloblu, infatti, ha badato a non prenderle ancora, difendendo con ogni mezzo il pareggio. Decisivo, in tal senso, il portiere cremano Cicioni, autore di diversi interventi prodigiosi, uno dei quali proprio allo scadere su una bordata al volo di Barraco. Nonostante il pareggio il Trapani, autore di una prestazione assai positiva e confortante per il rush finale della stagione regolare, mantiene saldamente la vetta del girone B con otto punti vantaggio sulla coppia formata da Siracusa e Spezia. A sei giornate dalla conclusione, con 18 punti ancora a disposizione, è un margine più che rassicurante. L'appuntamento con la storia è sempre più vicino. Prossimo impegno per la formazione granata l'ostica trasferta di Lanciano contro la Virtus, nonché la formazione più in forma del momento.

Pari con beffa per il Siracusa. Al "Garilli" di Piacenza la formazione aretusea, in vantaggio dopo appena un minuto, è stata raggiunta dagli emiliani a otto minuti dalla fine. Grande occasione sprecata dagli uomini di Sottil contro un Piacenza tutt'altro che irresistibile. Trovato il vantaggio in avvio di gara, in virtù di una sfortunata autore del biancorosso Bertonicini, gli azzurri hanno gestito il risultato per lunghi tratti dell'incontro senza trovare, tuttavia, la rete del raddoppio. Al 37' della ripresa ecco la doccia fredda, con Rodriguez che sigla la rete del definitivo 1-1. Un pareggio che, complice i successi di Spezia, Virtus Lanciano e Cremonese, accorcia drasticamente la zona play off. Gli azzurri, sempre secondi a -8 dal Trapani, adesso condividono la ‘piazza d'onore' con lo Spezia, mentre ad un punto ecco l'arrembante Virtus ed a -4 la Cremonese. Una situazione di equilibrio che lascia presagire un finale di stagione regolare assai rovente. Prossimo impegno per il Siracusa la gara interna contro la Carrarese, settima della classe.

SECONDA DIVISIONE
Prezioso punto esterno per il Milazzo di Trimarchi-Catalano. A Mugnano, nel delicato scontro diretto per la salvezza contro la Neapolis, la formazione mamertina ha trovato in rimonta un pareggio che sembrava ormai insperato. Buona la prova sfoderata dai rossoblu, soprattutto nella prima frazione. Colpita al 56' da un calcio di rigore di Carotenuto il Milazzo si è ritrovato immeritatamente in svantaggio, dopo aver giocato un buon primo tempo. Ad evitare la beffa ci ha pensato Fiore all'83. Rete pesantissima quella siglata dal centrocampista mamertino che permette rete al Milazzo di ricacciare i campani, nella classifica generale, a due lunghezze di distanza. A sette giornate dalla conclusione della stagione regolare il Milazzo vanta 4 di vantaggio sulla zona play out. Prossimo impegno il vitale scontro diretto del "Grotta Polifemo" contro la Vibonese quart'ultima della classe insieme all'Isola Liri: un autentico match-ball da sfruttare obbligatoriamente.

SERIE D
Nella ventottesima giornata del campionato di Serie D, girone I, risaltano le vittorie di Acr Messina, Adrano e Nissa. Proprio l'Acr Messina, giunta alla quarta affermazione di fila, ha liquidato la Valle Grecanica per 2-1. Al "San Filippo" decisive le reti siglate da Occhipinti e Cocuzza; di Citro la marcatura ospite. In virtù di questo successo gli uomini di Bertoni mantengono la scia della capolista Hinterreggio (vittoriosa a Battipaglia) con i soliti 7 punti da recuperare, tanti quanti la penalizzazione pesante quanto un macigno di rimpianti. Assieme all'Acr, al quarto posto, ecco l'Adrano di Pippo Strano. Allo stadio "Dell'Etna" basta una rete di Di Mauro, a dodici minuti dal termine, per regolare il Serre Alburni. Continua la splendida rimonta della Nissa. Rabbeni e Butticè firmano la vittoria sull'Acri, fondamentale in chiave salvezza. Scoppiettante 2-2 tra Licata e Palazzolo nel sentito derby del "Liotta". Padroni di casa in vantaggio con Tiscione al 5'; rimonta gialloverde nel giro di cinque minuti con Bonarrigo prima (al 17') e Arena poi (al 21'); pareggio licatese con Riccobono al 17' della ripresa. In classifica Licata e Palazzolo rimangono appaiate al sesto posto a quota 41 punti. Altro 2-2 per l'Acireale sul campo del Sant'Antonio Abate. Sotto di due reti (doppietta di Vitale per i campani) la formazione acese, con cuore e coraggio, ha travato un pesante pareggio grazie alle reti di Fascetto (su rigore) e Silvestri. Grande prova d'orgoglio e punto prezioso in ottica retrocessione. Giornata amara per il Marsala e il Noto. La formazione lilibetana è stata sconfitta senza attenutati dal Cosenza (2-0). Il Noto, invece, ha ceduto l'intera posta in palio al Nuvla San Felice: 2-1 il risultato finale in favore dei campani. Di Villa, su calcio di rigore, l'inutile rete netina.

 

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio Siciliano