Calcio, Palermo: giovedi amaro per i rosanero, 0-3 col Cska

Brutta batosta per il Palermo, che, dopo aver dato lezioni di calcio in campionato contro il Bologna, si fa schiantare, in casa dal Cska Mosca. Rossi presenta la sua squadra con qualche variazione: Benussi in porta; Darmian a destra, con conseguente spostamento di Cassani a centrocampo a comporre la linea mediana insieme a Migliaccio e Nocerino; coppia offensiva composta da Maccarone e Hernandez.
Prima palla goal al 3’ minuto con Hernandez che, imbeccato da Pastore in area di rigore, rientra sul sinistro, ma il suo tiro viene smorzato ed è facile preda di Akinfeev. Al 20’ Honda lancia Mark Gonzales verso la porta, Benussi incerto nell’uscita si fa anticipare e travolge il cileno: rigore per il Cska. Vagner Love calcia debolmente e il portiere rosanero riesce a respingere. Sul capovolgimento di fronte, ancora un’occasione per Hernandez che, defilato sulla sinistra non riesce a inquadrare lo specchio della porta. Al 34’ il Cska passa in vantaggio grazie a Doumbia. Balzaretti respinge di testa un cross di Gonzales, ma sul successivo traversone dalla destra, l’ivoriano è bravo a inserirsi e battere di testa il portiere rosanero da pochi passi. La risposta del Palermo non si fa attendere: al 36’ Maccarone entra in area, fa fuori un difensore, ma calcia con poca potenza verso la porta di Akinfeev, che para facilmente.

La ripresa inizia a ritmi blandi, col Palermo che cerca di creare pericoli, ma i russi, forti del vantaggio, riescono a chiudere bene gli spazi, per poi ripartire in contropiede. Al 54’ ancora un’occasione per i gli ospiti col solito Vagner Love, che, però, non trova la porta da pochi passi su un cross teso di Gonzales. Il raddoppio, tuttavia, non tarda ad arrivare Al 59’ lancio per Doumbia, che viene fermato da Cassani, ma il pallone finisce ad Honda che con un geniale colpo di tacco rimette in moto l’ivoriano. Doumbia si infila tra due difensori, colpevolmente indecisi, e batte Benussi. Il Palermo cerca una reazione d’orgoglio, ma a rendersi pericoloso è ancora il Cska con Necid, che taglia a metà la difesa rosanero, si presenta a tu per tu con Benussi, ma incrocia troppo il tiro e non inquadra lo specchio della porta. Al 70’ si rivede il Palermo: è il subentrato Kasami a creare scompiglio in area russa: il suo cross viene deviato da un difensore e finisce a lato sfiorando il palo. Al 74’ clamorosa e inspiegabile espulsione di Javier Pastore per proteste che gli costano una doppia ammonizione e la squalifica per il ritorno a Mosca. Al minuto 82 il Cska completa la festa: questa volta è Necid a finire sul tabellino dei marcatori con una deviazione sotto porta su cross dalla destra di Oliseh, bravo a fumarsi in velocità Nocerino. I russi, poi, rischiano di arrotondare ulteriormente il punteggio al 90’: punizione di Gonzales respinta da Benussi, sulla ribattuta si avventa Honda da pochi passi, ma il suo destro viene chiuso da Bovo. La partita si conclude sul risultato di 0-3. Rosanero volenterosi e sfortunati, ma che hanno peccato spesso di concentrazione, contro un avversario di alto livello e abituato a certi palcoscenici.

PALERMO (4-3-1-2): Benussi; Darmian (11’ st Kasami), Goian, Bovo, Balzaretti; Cassani, Nocerino, Migliaccio; Pastore; Maccarone (19’ st Pinilla), Hernandez (31’ st Joao Pedro SV).
A disposizione in panchina: Sirigu, Munoz, Glik, Garcia. Allenatore: Rossi.

CSKA MOSCA (4-4-2): Akinfeev; Nababkin, V. Berezutskiy, Ignashevich, Chennikov; Oliseh, Mamaev, Honda, Mark Gonzales (19’ st Tosic); Doumbia (15’ st Necid), Vagner Love (31’ st Dzagoev SV).
A disposizione in panchina: Chepchugov, Semberas, A. Berezutskiy, Aldonin. Allenatore: Slutskiy.

ARBITRO: Schorgenhofer (Aut). Assistenti: Strudel (Aut) e Hoxha (Aut).

RETI: 34’ pt e 14’ st Doumbia, 37’ st Necid.








blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio Siciliano