Calcio, Rossi: "Contro il Bologna dobbiamo essere dei cani sportivi"

Domani al Renzo Barbera saranno di scena Palermo e Bologna per la gara della settima giornata del campionato di serie A. Protagonista della conferenza stampa della vigilia non poteva che essere il mister rosanero, Delio Rossi. Il tecnico, durante l'incontro con i giornalisti presso la sala stampa del Tenente Onorato di Boccadifalco, ha esordito ricordando l'importanza della vittoria domani: "Sarebbe importante vincere domani per dare seguito a quanto fatto fuori casa. Dopo la sosta per le nazionali mi auguro che abbiamo riattaccato la spina, affrontiamo una partita delicata, siamo nella situazione in cui abbiamo tutto da perdere e nulla da guadagnare. Il ferro va battuto quando è caldo e la sosta è utile a lavorare per chi ha i giocatori a disposizione. Pastore? Il rapporto dei sudamericanoi con la loro nazionale è diverso dal nostro. Sono contento dhe sia stato convocato e che abbia giocato una sola partita per essere più pronto per domani".

Sull'avversario di domani, l'allenatore del Palermo ha le idee chiare: "Palermo-Bologna? Domani sarà una partita delicata. Se vogliamo diventare grandi dobbiamo passare attraverso queste partite. Il Bologna si è rinforzato in questo mercato estivo. Personalmente mi interessa vedere miglioramenti, vedere qualche pausa in meno. Per noi questo è l'anno zero, non possiamo fare paragoni con lo scorso anno mi interessa vedere dei miglioramenti. Approccio? E' normale che è fondamentale avere l'approccio giusto al match. Non è un problema di approccio diverso in base all'avversario che hai davanti, non è un ragionamento che può fare una squadra normale come noi. Ci separiamo dal Bologna per un solo punto e se domani non siamo dei cani sportivi qualche problema ce l'abbiamo".


Delio Rossi si è anche soffermato sul capitano, Fabrizio Miccoli: "Il suo è un problema di condizione. Deve fare un lavoro specifico e poi riavvicinarsi al campo. Abbiamo un pò forzato le tappe con lui e non è andata bene. Comunque il giocatore è clinicamente guarito dal suo infortunio. Contro il Cska? L'europa League non è la coppa per far giocare i ragazzi o per recupero degli infotunati. Abbiamo lavorato un anno per arrivare a questo obiettivo e non avrebbe senso. Goian? Goian ha fatto un precampionato alla grande, era forse il gioctore che stava meglio. Il suo è stato un infortunio particolare, oggi giocherà con la primavera domani è possibile che lo avvicini alla prima squadra. Lui ha bisogno di giocare per poterlo riavvicinare alla squadra tempo pieno".

La chiosa dell'ex allenatore della Lazio è dedicata al rapporto con i giovani: "Lavoriamo sui ragazzi scovati dal nostro direttore sportivo, per farli migliorare e poi vendere. Ma così questo non porta a migliorarci. Questa politica può far rimanere il Palermo nel limbo, questo porterebbe a non costruire mai una squadra. Si tratta di competere con le altre squadre dal punto di vista tecnico e della programmazione, non da quello economico. Il Palermo non ha esigenza di vendere, il discorso di Cavani è diverso, la situazione era quella del giocatore che non voleva andar via. Il presidente conosce questo concetto, questo è il mio pensirero per il bene del Palermo".

Nessun commento invece su Diego Perez: "Questo è in discorso che lascia il tempo che trova. Io parlo dei giocatori a mia disposizione e sono contento di questi. Se dovessi ragionare così avrei potuto avere tanti giocatori che non ho avuto nella mia carriera".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio Siciliano