Milazzo - Trapani:i due capitani prima del'inzio del match (ssmilazzo.it)

Calcio, il punto sulle siciliane della Lega Pro

Giornata in chiaroscuro
Una vittoria, un pareggio e due sconfitte: è questo il bilancio delle quattro formazioni siciliane impegnate nelle due Divisoni della Lega Pro. In Prima Divisione pareggio esterno per il Siracusa a Nocera Inferiore, mentre il Gela esce sconfitto da Lucca. In Secconda Divisione il Milazzo si aggiudica di misura il derby del “Grotta Polifemo” contro il Trapani.

Il Siracusa ‘blocca’ la capolista!
Preziosissimo punto esterno per il Siracusa nella difficile trasferta di Nocera Inferiore contro la capolista campana. Una prestazione tutta cuore per la formazione di Guido Ugolotti che ‘impone’ lo 0 a 0 alla Nocerina, dell’ex trainer aretuseo Gaetano Auteri (espulso a dieci minutid al termine per proteste), in uno stadio “San Francesco” gremito da settemila tifosi rossoneri. Presenti anche settanta tifosi aretusei che non hanno fatto mancare il loro sostegno alla squadra azzurra. Partita ordinata e diligente quella degli azzurri che, con 4 punti sui sei disponibili nei due match contro i rossoneri, si confermano la ‘bestia nera’ della capolista campana sempre più lanciata verso la promozione in cadetteria (+12 sulle seconde!). Un pareggio che, paradossalmente, lascia un po’ l’amaro in bocca al Siracusa vicino alla rete del colpaccio in diverse occasioni; clamoroso il gol mancato da Mancosu a 2 minuti dalla scadere. Un punto d’oro, come detto, che permette agli azzurri di rimanere agganciati al quinto posto della classifica (l’ultimo utile per i play off promozione) seppur in coabitazione con Virtus Lanciano e Taranto. Al termine della gara mister Ugolotti non nasconde la soddisfazione, continuando a ‘volare basso’: “All’inizio della gara eravamo un po’ impacciati, ma poi siamo riusciti a trovare la giusta collocazione in campo creando delle occasioni nitide. Sono soddisfatto per questo, vuol dire che abbiamo preparato bene l’incontro. In classifica siamo in una bella posizione e contiamo di rimanerci. Il nostro obiettivo, però, è la salvezza e vogliamo raggiungerla al più presto”. Prossimo match per il Siracusa domenica al “De Simone” contro la Cavese fanalino di coda. Il sogno continua…

NOCERINA – SIRACUSA 0 – 0

NOCERINA: Gori, Nigro, Di Maio, De Franco, Pomante (9’pt Marsili), De Liguori (21’st Petrilli), Catania, Bruno, Castaldo (16’st Ripa), Negro, Bolzan; A disposizione: Chinchio, Servi, Galizia, Cavallaro; Allenatore: Gaetano Auteri.

SIRACUSA: Baiocco, Lucenti, Capocchiano, Spinelli, Moi, Ignoffo, Bongiovanni (6’st Giurdanella), Mancosu, Cosa (16’st Abate), Mancino (27’st Corapi), Giordano; A disposizione: Fornoni, Pepe, Koffi,Torregrossa; Allenatore: Guido Ugolotti.

ARBITRO: Di Bello di Brindisi

Il Gela cola a picco
Pesante sconfitta esterna per il Gela di Fofò Ammirata che al “Porta Elisa” di Lucca esce sconfitta con un sonoro 0 a 3. Toscani ‘indemoniati’ che riescono a ‘vendicare’ la sconfitta subita al “Vincenzo Presti” nella gara d’andata (3 a 0 per i gelesi). Decisive le reti siglate da Marotta (doppietta) e Grassi (su calcio di rigore) che hanno condannato un Gela volitivo ma poco incisivo. Al termine dell’incontro il tecnico gelese Ammirata pur riconoscendo i meriti della formazione toscana, in un grande periodo di forma, non manca di rincuorare i suoi. Oltre al danno per la sconfitta per il Gela arriva anche la beffa proveniente dai risultati delle rivali per la salvezza: le vittorie esterne di Andria e Ternana, i pareggi esterni di Viareggio e Cosenza fanno scivolare la formazione biancoazzurra al quintultimo posto in classifica, ovvero in piena zona play out. Prossimo impegno per il Gela il delicatissimo scontro diretto contro il Foligno (quartultimo con un punto in meno rispetto ai gelesi) in programma domenica prossima al “Vincenzo Presti”. Un match chiave per la formazione di Ammirata.

LUCCHESE – GELA 3 – 0

LUCCHESE: Pennesi, Marchetti, Pezzi, Cardona(29' st Pani), Lollini, Bertoli, Grassi (34' st Galli), Piccini, Marotta, Carloto, Crocetti (21' st Hemmy). A disp. Pardini, Del Nero, Michelotti, Taddeucci. All. Indiani.

GELA: Nordi, Petrassi, Aliperta, Zaminga, Porcaro,Cardinale, Bigazzi, Avantaggiato, Carbonaro (34' st Saani), Cunzi (35' st Rabbeni), D'Anna (10' st Piano). A disp. Maraglino, Scopellitti, Cossentino, Giardina. All. Ammirata.

ARBITRO: Gavillucci di Latina.

RETI: 38' pt e 12' st Marotta, 2' st Grassi (r).

La Classifica dopo 23 giornate
1 Nocerina 52
2 Atletico Roma 40
3 Benevento 40
4 Juve Stabia 35
5 Virtus Lanciano 32
6 Taranto 32
7 Siracusa 32
8 Lucchese 31
9 Foggia 31
10 Andria 28
11 Cosenza 26
12 Viareggio 26
13 Ternana 26
14 Gela 25
15 Foligno 24
16 Pisa 23
17 Barletta 22
18 Cavese 19

Derby al Milazzo
Derby vero doveva essere e derby vero è stato quello del “Grotta Polifemo” di Milazzo tra i mamertini di Venuto ed i granata di Boscaglia. Un match equilibrato, spigolo ed a tratti anche nervoso. Alla fine, infatti, si conteranno 5 ammoniti e 3 espulsi, uno dei quali il tecnico del Trapani Boscaglia. Derby deciso, sostanzialmente, da due episodi che hanno spezzato l’equilibrio in campo. Il primo al minuto 43 del primo tempo: rosso per il trapanese Pagliaruolo reo di aver colpito con una gomitata il mamertino Fiore. Con un uomo in più il Milazzo prende il comando delle operazioni trovando al quarto d’ora della ripresa il gol- vittoria con Giovanni Ricciardo autore di un gran tiro scoccato dal limite dell’area di rigore. In svantaggio e sotto di un uomo, per oltre mezzora, il Trapani non demorde provando ad equilibrare l’incontro. Al 77’ l’arbitro labronico Bolano ristabilisce la parità numerica mandando negli spogliatoi, anzitempo, il mamertino Cucinotta per doppia ammonizione. Ma non c’è più tempo: Milazzo batte Trapani 1 a 0. Tre punti di platino per la formazione di Venuto grazie che le permettono di riagganciare il quinto posto in classifica (in coabitazione con la Neapolis). Per il Trapani, invece, una sconfitta ‘pesante’, non tanto per il risultato, ma per i risvolti in classifica: granata sempre al secondo posto ma considerando il colpo esterno del Latina ad Avellino i punti di svantaggio dai laziali primi in classifica adesso sono sei. E proprio domenica prossima al “Provinciale” di Trapani andrà in scena il confronto diretto tra i granata ed il Latina. Prossimo impegno per il Milazzo contro il Fondi.

MILAZZO - TRAPANI 1 – 0

MILAZZO: Terracciano; Cucinotta, Maccarrone, Lanzolla, Suriano; Bucolo, Suarino (34’ st Di Fatta); Proietti, Fiore (26’ st Orioles), Quintoni; Lasagna (30’ pt Ricciardo). A disposizione: Di Dio, Kouadio, Iannelli, Micalizzi. All.: Venuto.

TRAPANICastelli; Lo Bue (32’ st Mastrolilli), Pagliaruolo, Filippi, Daì; Barraco, Pirrone, Domicolo, Coco (32’ st Gambino); Perrone, Madonia (45’ pt Colletto). A disposizione: Dolenti, Cianni, Di Peri, Ficarotta. All.: Boscaglia.

ARBITRO: Bolano di Livorno.

RETE: 14’ st Ricciardo.

La classifica dopo 19 giornate

Latina 41
Trapani 35
Aversa Normanna 33
Pomezia 32
Milazzo 31
Neapolis Mugnano 31
Avellino 29
Matera 28
Vigor Lamezia 25
Fondi 24
Melfi 23
Brindisi 21
Isola Liri 20
Campobasso 16
Vibonese 12
Catanzaro -2


blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio Siciliano