Giudice sportivo

Mano pesante del Giudice Sportivo Tosel nei confronti del bresciano Diamanti, squalificato per tre giornate con la seguente motivazione: "doppia ammonizione per comportamento non regolamentare in campo e per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; per avere, inoltre, al 34° del secondo tempo, all'atto dell'espulsione, rivolto all'Arbitro un epiteto ingiurioso".
Un solo turno di stop agli espulsi Montolivo (Fiorentina), Moretti (Genoa) e a Colucci (Cesena) per avere, al temine della gara, rientrando negli spogliatoi, proferito un'espressione blasfema.
I quattro squalificati verranno sostituiti dopo la sosta rispettivamente da Kone, Cristiano Zanetti, Dainelli e Caserta o Piangerelli.
Entrano in diffida (terza sanzione) i seguenti calciatori: Cassetti (Roma), Rafinha e Dainelli (Genoa), Lucchini (Sampdoria), Paci (Parma), Pazienza e Lavezzi (Napoli), Perez (Bologna).
Ammonizione con diffida ed ammenda di € 3.000 all'allenatore del Cesena Ficcadenti "per avere, al 48° del secondo tempo, contestato platealmente l'operato arbitrale, uscendo per molti metri dall'area tecnica".

Queste, infine, le decisioni nei confronti delle società:

- Ammenda di € 5.000: alla Soc. INTERNAZIONALE per avere suoi sostenitori, all'inizio del secondo tempo, esposto per circa tre minuti uno striscione insultante per il Presidente della Società avversaria; per avere inoltre, nel corso della gara, nel proprio settore, fatto esplodere due petardi e acceso un bengala;


- Ammenda di € 4.000: alla Soc. NAPOLI per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, nel proprio settore, acceso numerosi fumogeni;


- Ammenda di € 2.500: alla Soc. PARMA per avere suoi sostenitori, nel corso del primo tempo, nel proprio settore, fatto esplodere un petardo e acceso un fumogeno;


- Ammenda di € 1.500: alla Soc. NAPOLI a titolo di responsabilità oggettiva per aver ingiustificatamente ritardato l'inizio della gara di circa quattro minuti

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio Siciliano