SiciliaToday
Calcio, Palermo: Mutti valuta le soluzioni anti-Milan
Mar 2, 2012 - 6:00:59 PM

Giornata di vigilia in casa Palermo, con il tecnico Bortolo Mutti che al "Tenente Onorato" di Boccadifalco ha parlato della sfida contro il Milan. Tra i temi caldi, la possibile influenza dei torti arbitrali nell'ultimo turno: "Non credo ci possa essere un'influenza. Noi nel dopo partita con il Siena abbiamo in modo garbato sottolineato gli errori subiti - ha affermato l'allenatore del Palermo - concentrandoci poi in settimana nella preparazione di questo impegno. Gli arbitri dovrebbero accettare determinate lamentale, anche se sia noi che loro partiamo sempre in buona fede nel nostro lavoro".

"Noi dobbiamo affrontare la prima in classifica con qualche problema: questa è la cosa più importante. Verificheremo le condizioni di Migliaccio che - ha detto Mutti - ha superato la febbre solo ogg. Pisano con una terapia antidolorifica proverà a recuperare, domani mattina ci sarà la verifica definitiva. Arretramento di Migliaccio? Si. Mantovani non si sposterà dal centro, stiamo lavorando su altre situazioni e Bertolo lo abbiamo provato da esterno di sinistra, ma è un giocatore offensivo. Valuteremo la possibilità di avere certi giocatori anche in condizioni non ottimali".

Così mister Mutti sullo schieramento: "Difficile un cambio di modulo contro una squadra importante contro il Milan. Abbiamo giocato a tre a Siena per l'inferiorità numerica, ma non avendo esterni che possono aiutarci sulle fasce, non punteremo su questa opzione. Pisano ha giocato a sinistra in emergenza a Varese, Mantovani mi regala certezze in mezzo e se recupero Migliaccio giocheranno loro due. Potrei optare anche per Pisano a sinistra e Munoz a destra. Valutiamo un paio di opzioni".

"Ibrahimovic? Preferivo non ci fosse. Lo stimo tantissimo, è un gran patrimonio del Milan e del calcio. Per lo spettacolo è sicuramente un bene, per noi - ha ammesso l'allenatore rosanero - sarebbe stato meglio che non ci fosse stato. Squadre come la nostra devono affrontare questi avversari con umiltà, gestendo al meglio anche i singoli episodi. Dovremo correre più di loro, alzare l'attenzione, considerato che certi giocatori possono risolvere la partita in qualsiasi momento. E' normale che il Milan sia favorito".