SiciliaToday
Calcio, Palermo: primo test con goleada
Lug 19, 2012 - 7:46:59 PM

Prima uscita stagionale del nuovo Palermo, test contro una selezione dell'Alta Venosta, prima partita con la nuova divisa Puma presentata oggi prima del calcio d'inizio del match. Qualche assenza per vari motivi, soprattutto in avanti, ma sono subito chiare le intenzioni dell'allenatore: 4-4-2 con il suo pupillo Franco Brienza sulla corsia di sinistra in proiezione offensiva e due mediani chiamati a fare tutte le fasi di gioco. Questo il primo “undici” stagionale: Ujkani in porta, linea difensiva a quattro con Pisano, Migliaccio, Mantovani e Di Matteo, centrocampo formato da Bertolo, Donati, Barreto e Brienza, quindi Ilicic a supporto di Miccoli in avanti. Ecco la cronaca della partita: neanche due minuti e il capitano Fabrizio Miccoli, neanche a dirlo, porta in vantaggio i rosanero con un mancino dall'interno dell'area di rigore. Al 5' seconda rete con Brienza che entra in area dalla fascia servito da Donati e piazza in fondo al sacco; grande pressing in avvio. Tre a zero dopo sette minuti, lo sloveno Ilicic scarica di sinistro alla destra del portiere. Determinato in panchina mister Sannino, tante le indicazioni letteralmente urlate ai suoi uomini nel silenzio dello “Sportwell” di Malles. Al 20' ancora Ilicic a porta vuota di divora il poker sotto la pioggia: ma il gol arriva due minuti più tardi con un bel tiro da fuori di Brienza. Segue il destro ravvicinato di Miccoli per il 5-0 su passaggio di Bertolo, che poi realizza a sua volta al 28' il sei a zero. Pochi secondi dopo Ilicic ci prova dalla lunga distanza e guadagna un corner, mentre alla mezz'ora arriva la tripletta di Miccoli per il 7-0 di destro. Curiosità, cartellino giallo – inusuale in gare di questo tipo – per Bertolo: entrata in ritardo su un avversario. Al 35' le reti sono otto, Ilicic deposita facilmente in rete dopo una grande discesa sulla sinistra di Mantovani. Il nove a zero è poi di Miccoli, ma ancora Bertolo si rende protagonista con l'ennesimo assist. Sul finire del primo tempo due buone risposte del portiere Veith su conclusioni del 'solito' Miccoli.

Sul 9-0 si chiude la prima frazione di gioco: tutto molto facile come prevedibile, praticamente inoperoso Ujkani tra i pali. Nella ripresa cambia tutta la formazione avversaria (altra curiosità, diversa anche la maglia), tra i rosanero diversi cambi con elementi come Munoz, Kurtic e Zahavi dentro sin dall'inizio del secondo tempo e il solo Brienza confermato al rientro dagli spogliatoi. Dopo circa sette minuti si registra un tentativo di Mehmeti, primo 'lampo' di una gara che ha calato il ritmo e il numero di emozioni con una sorta di “Palermo B” sul terreno di gioco. Al quarto d'ora tiro dalla media distanza di Kurtic, ma c'è poca convinzione e si vede. Il dieci a zero però arriva – finalmente – su punizione con Viola, bello al 16' il suo sinistro a giro. E per lui c'è sessanta secondi dopo la doppietta grazie ad una conclusione dalla distanza. Buone le indicazioni date dall'ex giocatore della Reggina e dal suo 'magico' sinistro. Al 22' esce Brienza, il giovane Bollino al suo posto: oltre un'ora in campo per lui, decisamente tra i migliori in campo. Poco dopo segna Zahavi, il suo piattone vale il 12-0 per i rosa; arriva poi anche la rete di Mehmeti, lo svedese in odore di cessione. E al 27' Zahavi sfiora la personale doppietta con un bel diagonale: è comunque suo il 14-0 della mezz'ora, dunque per l'israeliano appuntamento col gol soltanto rimandato di pochi minuti. Dentro anche l'ultimo arrivato Goldaniga per gli ultimi minuti, il difensore proveniente dalla Serie D rileva il cileno Labrin. Finisce 14-0 per un convincente Palermo. Partita difficile da commentare, classico incontro tra due squadre con valori nettamente differenti: gara buona per cominciare a testare l'intesa tra i compagni e i primi movimenti richiesti da Sannino. Da segnalare l'ottima prestazione di Bertolo, protagonista del primo tempo insieme a Miccoli e Brienza; bene nella ripresa Viola. E' sembrato soddisfatto nella giusta misura l'allenatore, che per tutta la durata dell'allenamento ha 'martellato' i suoi ragazzi dalla panchina. Proseguirà domani la preparazione della squadra, prossima amichevole invece domenica pomeriggio: ancora a Malles, ancora contro una selezione locale.