(siciliatoday)

Artisti russi e siciliani a confronto con ‘Ibla Classica international 2011’

RAGUSA – Con grande entusiasmo ed immancabile calore il pubblico ibleo ha accolto domenica scorsa, 20 marzo, l’appuntamento in programma all’interno del cartellone di “Ibla Classica International 2011”.

La stagione concertistica organizzata dall’Agimus di Ragusa ha accolto i bravissimi giovani musicisti russi, ospiti della serata, che hanno saputo creare all’interno del teatro Donnafugata di Ragusa Ibla un’atmosfera emozionante e raffinata, dal suggestivo apporto internazionale.

Ma ben più ampio e articolato è stato il programma proposto dal direttore artistico, il maestro Giovanni Cultrera, soddisfatto per l’esito decisamente positivo e per il forte e crescente favore del pubblico che la manifestazione continua a riscuotere.

“Sono soddisfatto dei commenti positivi sulla bellissima serata – ha dichiarato il maestro Cultrera - E’ sempre bello trovare un pubblico così entusiasta. Domenica abbiamo assistito a delle esibizioni eccezionali. Ho voluto presentare un variegato programma, ricco della giusta carica emozionale, in cui è confluita la bravura degli artisti che si sono alternati sul palco. Abbiamo avuto l’onore di ospitare tre studenti russi delle due più grandi fondazioni di Mosca, tre talenti di 14, 15 e 18 anni, fra violino pianoforte e clarinetto, che hanno dato il massimo. Proprio il clarinettista, in soli 5 mesi si è esibito in ben 20 nazioni”.

Sul palco non solo talenti russi, ma anche giovani artisti siciliani.

“Abbiamo voluto creare questo particolare confronto artistico anche con artisti siciliani che si sono formati in Russia – dice ancora Cultrera – Il caso di Gabriele Bosco, un talento isolano, cresciuto al conservatorio di Mosca, a testimonianza di un gemellaggio molto importante tra i due Paesi”.

Ma ad aprire la serata, pezzo forte dello spettacolo, è stato il giovane talento ragusano, Lorenzo Licitra.

“Un grande tenore – spiega Cultrera - che ci ha offerto una superlativa esibizione, accompagnato al pianoforte dal maestro Sergio Carruba”. Un concerto, dunque, internazionale, ma anche un pubblico internazionale, come accade spesso ad Ibla Classica. E domenica, insieme agli altri, numerosi erano i turisti francesi presenti in sala, estasiati dalla bellezza del suggestivo teatro e dall’eccellenza delle esibizioni che si sono succedute sul palco, hanno poi scambiato le proprie opinioni a fine concerto. Ad accoglierli e a dare loro il benvenuto sono stati il presidente della Provincia, Franco Antoci, ed il delegato comunale al Turismo, Filippo Angelica, presente in rappresentanza del Comune. Angelica, in apertura di serata, ha manifestato il suo grande apprezzamento per il lavoro portato avanti dall’organizzazione.

“Ancora una volta grande appuntamento con Ibla Classica, la stagione concertistica che già in pochi anni è divenuta un punto di riferimento importante per questo bellissimo quartiere barocco e per questa città – ha dichiarato Filippo Angelica - Sicuramente si tratta di un avvenimento culturale su cui anche la città di Ragusa, ma so anche la Provincia, ha puntato molto ottenendo tra l’altro un buon ritorno sotto l’aspetto turistico. Sovente il maestro Cultrera, bravissimo direttore artistico, mi parla dei tanti turisti che arrivano anche dai vicini villaggi o dai nostri alberghi e b&b, trovando un’offerta culturale di altissimo livello. Quest’ultimo concerto non è stato da meno e ha inoltre visto l’intervento di Lorenzo Licitra, un giovane tenore ragusano, che devo dire ha già bruciato molte tappe. E’ bravissimo, ma soprattutto ha già trovato grandi consensi in tutta Italia partecipando a concorsi canori, festival. Insomma un’altra punta di diamante di questa terra iblea che si fa avanti e ci regala tanti successi”.

E anche il presidente Antoci ha fatto i complimenti per l’importante appuntamento: “Abbiamo avuto un confronto artistico molto particolare tra gli artisti russi, ma anche artisti siciliani che si stanno formando in Russia. Una scelta molto felice, esclusiva per la nostra realtà, e di ottimo auspicio anche per gli artisti della nostra terra. Ringrazio il maestro Giovanni Cultrera che, assieme all’Agimus, organizza questa stagione di grande qualità”.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cinema&Teatro