(Flickr.com)

Cinema, a Palermo debutto per "I Malavoglia" di Pasquale Scimeca

Un lungo applauso ha accolto a Palermo, il debutto siciliano di “Malavoglia” di Pasquale Scimeca, che aveva già ottenuto quindici minuti di entusiasmo a settembre alla Mostra di Venezia.

Il regista siciliano ha annunciato ieri (17 dicembre) alla platea di “Il Vento del Nord” - che si conclude oggi con un incontro con Crialese e la masterclass di Beppe Fiorello - l’uscita in sala in gennaio con Cinecittà Luce, dopo il lungo tour nei principali festival internazionali e il lavoro capillare con le scuole di tutt’Italia.

«Da Tromso in Norvegia Festival di Washington passando per Los Angeles e Pusan, Malavoglia ha girato il mondo: siamo appena rientrati da Pechino» ha detto Scimeca. A Palermo il regista e i protagonisti del film, con il musicista Alfio Antico (che ha regalato al pubblico anche una performance alle percussioni) sono arrivati da Gela, una città senza sale cinematografiche, dove “Malavoglia” è stato applaudito dagli studenti e dai professori dei licei. «Nelle scuole abbiamo abbinato un concorso sul tema “Dal film al romanzo, dal romanzo al film”, perché si generi anche un dibattito - ha spiegato Scimeca «Malavoglia è una chiave ideale anche per capire il nostro tempo».

Un viaggio nella memoria cinematografica il film di Giovanna Taviani, “Fughe e Approdi”, presentato anch'esso in anteprima siciliana a “Il Vento del Nord”. Con il protagonista del film, Francesco D'Ambra, la regista, figlia di Vittorio e nipote di Paolo Taviani ha proposto questo viaggio nella memoria cinematografica e non solo in una terra alla quale è legata proprio dal cinema di famiglia.

«Avevo 13 anni quando ho interpretato la scena finale di “Kaos” - ha detto Giovanna Taviani - e in qualche modo quello è stato un vero e proprio colpo di fulmine per il cinema e per un’isola che mantiene, intatti, i valori di una cultura antica e autentica…» Lì la Taviani ha anche deciso la strada del cinema che ora è diventata, in Sicilia, “Fughe e approdi”, non un documentario ma un percorso che conquista e appassiona. E in nome del quale è nata una nuova etichetta produttiva, la Kaos che produrrà soprattutto cinema giovane.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cinema&Teatro