(Flickr)

Matteo Musumeci "in concerto"

Catania- Mercoledì 13 aprile il Teatro Vitaliano Brancati ha riproposto una delle sue star più talentuose in concerto: il compositore, pianista e regista d'Opera Matteo Musumeci.

Primo di tre eventi organizzati dal Teatro per valorizzare i compositori contemporanei, il concerto aperitivo ha avuto un gran successo di pubblico.

Con un valido gruppo di musicisti al suo seguito, l'artista catanese ha interpretato alcuni dei suoi cavalli di battaglia ed altri brani del repertorio teatrale: la bellissima “Stormy time”, le suites tratte dalle opere “L'uomo che incontrò sé stesso”, “Classe di ferro” e dalla celebre e apprezzatissima opera lirica “Aitna”, un'overture dalla commedia “Un siciliano a Parigi” e tre brani passionali e dai toni più intimistici quali “Claudia”, “Passo a due” e “Oltre”.

Le musiche del maestro hanno emozionato anche stavolta il pubblico degli ammiratori come dei curiosi neofiti del genere, ma quest'anno oltre ai sette musicisti del gruppo lo spettacolo si è avvalso della collaborazione di un ottavo artista: lo scenografo Ottavio Anania.

Attraverso la creazione dal vivo di bozzetti tematicamente ed emotivamente in sintonia con le musiche proposte, Anania ha conferito il tocco mancante alle suggestioni oniriche suggerite dalle musiche del Musumeci.

Due figure mano nella mano dinnanzi ad un paesaggio astratto e colorato ad accompagnare “Claudia”, il commuovente foglio d'album composto per la compagna e instancabile collaboratrice dell'artista; l'accennato profilo di un vulcano per la suite da “Aitna”; il ritratto in primo piano di Tuccio Musumeci, padre del compositore, durante l'esecuzione dei brani tratti da “Un siciliano a Parigi”, successo teatrale del noto attore siciliano.

Assistere ad un concerto del grande Musumeci e dei suoi musicisti è un privilegio che non dovrebbe mai essere sottovalutato da nessun catanese amante della musica. La riguardevole carriera, il prestigio e la potenza rivitalizzante di tale artista nel intrecciato mondo della musica e del teatro, sono e devono essere motivi d'orgoglio per la sua città natale.

La coesa e ben assortita squadra di musicisti del concerto è stata composta da:
Gaetano Cristofaro, ai clarinetti e sassofoni; Alessandro Cortese al primo violino; Emilia Belfiore al secondo violino; Aldo Randazzo alla viola; Alessandro Longo al violoncello; Alberto Amato al contrabasso.

Prossimi appuntamenti dei concerti-aperitivo al Brancati: il 20 aprile alle 20:30 per Ruggero Mascellino in “Delitto e castigo”; il 10 maggio alle 20:30 Joe Schittino in “Soirée Schittino”.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cinema&Teatro