Teatro Bellini di Catania, debutto per la bacchetta di Pietro Rizzo

Al Teatro Massimo Bellini si terrà il primo dei due fine settimana della Stagione Sinfonica 2009-10 con la bacchetta di Pietro Rizzo, giovane e già affermato direttore d’orchestra, per la prima volta a Catania. Per l’occasione, accanto a lui l’altrettanto giovane e affermata pianista cinese Jin Ju, anche per lei sarà la prima volta al “Bellini”.

Venerdi 18 giugno alle ore 21 (turno A) e sabato 19 giugno alle ore 17,30 (turno B) il concerto vedrà, ovviamente, protagonista anche l’orchestra stabile del Teatro Massimo Bellini che Rizzo dirigerà in tre composizioni tra loro molto differenti ma di grande suggestione, musiche di Ravel, Ciaikovskij e Brahms.

Si comincia con l’Ouverture Shéhérazade, scritta da Maurice Ravel nel 1898 per un’opera che però mai compose.

Si prosegue con il Concerto n. 1 in si bem. min. per pianoforte e orchestra, op. 23, di Piotr Ilic Ciaikosvkij, prima, vera opera importante che il compositore russo scrisse per strumento solista, scritto tra il 1874 e il 1875, attraverso cui il pubblico potrà apprezzare l’estro e l’enorme talento di Jin Ju.

La seconda parte del concerto sarà occupata interamente da una delle composizioni più note e amate di Johannes Brahms, la Sinfonia n. 3 in fa magg., op. 90, più volte “preda” anche di celebri spot pubblicitari, che il musicista tedesco compose nell’estate del 1883 a Wiesbaden.

Pietro Rizzo
E' uno dei direttori italiani di maggior talento della sua generazione, nonostante la giovane etá ha giá all’attivo numerosi impegni in importanti teatri ed un repertorio operistico di piú di quaranta titoli.

Nato nel 1973, Pietro Rizzo ha iniziato gli studi musicali come violinista, diplomandosi nel 1992 al Conservatorio di Santa Cecilia a Roma. Si é quindi perfezionato all’Accademia Musicale Chigiana, dove é stato insignito del Diploma di Merito nel 1992 e 1993, alla Southern Methodist University di Dallas.

Dal 1997 al 2000 ha studiato direzione d’orchestra con Leif Segerstam e Jorma Panula alla Sibelius Academy di Helsinki, Finlandia, diplomandosi con il Master in Direzione d’Orchestra. Dal 2006 é Direttore Principale al Teatro dell’Opera di Goteborg, Svezia.

Jin Ju
Il nome di Jin Ju è diventato famoso in ogni angolo del mondo dopo la trionfale performance in mondovisione davanti a cinquemila spettatori presso la Sala Nervi di Città del Vaticano, dove ha suonato sette pianoforti d'epoca (dagli inizi del sec. XIX ai nostri giorni) per Benedetto XVI.

Vincitrice di importanti concorsi internazionali e premiata nei prestigiosi concorsi Ciaikovskij di Mosca e Reine Elisabeth di Bruxelles, Jin Ju ha suonato nei cinque Continenti nelle più prestigiose sale da concerto e con le orchestre più importanti e famose.

Anche per questo concerto, biglietti “last minute” al botteghino, da un’ora prima dello spettacolo, per i giovani fino a 26 anni e anziani con età dai 60 anni in avanti. A disposizione un quantitativo limitato di posti in ogni settore del Teatro, a prezzi scontati: 10 euro il posto in platea e nei palchi di ogni ordine, 7 euro il posto in galleria. Infoline 0957150921, sito internet www.teatromassimobellini.it.

Il successivo, e penultimo, appuntamento con la Stagione Sinfonica 2009-2010 del Teatro Massimo Bellini è per il 24 e 25 giugno. Si tratta del concerto che lo scorso novembre avrebbe dovuto inaugurare la Sinfonica del “Bellini” e che fu rimandato a causa di uno sciopero. Come già annunciato, lo dirigerà ancora Pietro Rizzo dopo la rinuncia per motivi di salute di Dietfried Bernet. Musiche di Wagner, Mendelssohn, Beethoven.



blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cinema&Teatro