(SiciliaToday)

Catania, Teatro Bellini: presentata oggi la stagione lirica 2011

Due prime assolute, due rarità, tre opere e un balletto del grande repertorio; nuovi allestimenti, grandi interpreti, la musica di Verdi, Donizetti, Mascagni, Leoncavallo, Prokof’ev, come pure quella di Gnecchi, Wagner, Mozart, Stravinskij. Sarà così la Stagione Lirica 2011 del Teatro Massimo Bellini di Catania, presentata oggi nel foyer del teatro nel corso di una affollata conferenza stampa alla quale hanno preso parte il sovrintendente Rita Gari Cinquegrana e il direttore artistico Will Humburg.

LA CONFERENZA STAMPA Il sovrintendente Rita Gari Cinquegrana in apertura ha voluto mettere subito in chiaro: “Questo è il programma che attueremo –ha detto- nel caso non venissero confermati i tagli progettati dalla Regione, tagli che sarà tanto più difficile evitare quanto più saremo incapaci di lavorare in sinergia tra tutte le componenti (tecnici, amministrativi, coro, orchestra) del teatro.

“Se ci sarà qualcuno –ha concluso il sovrintendente Gari Cinquegrana- che vorrà, nonostante tutto, remare contro, dovrà farlo nella consapevolezza di ‘lavorare’ per la rovina del teatro”.

Il direttore artistico Will Humburg ha poi illustrato il cartellone della nuova stagione lirica, aggiungendo che il teatro è anche pronto a mettere in scena, nell’ambito di un festival dedicato a Vincenzo Bellini e con risorse ad hoc, l’opera I Capuleti e i Montecchi.

IL CARTELLONE L’apertura della Stagione Lirica 2011 del Teatro Massimo Bellini, l’11 gennaio 2011, sarà affidata ad un’opera che sarà rappresentata in prima esecuzione integrale in tempi moderni: Cassandra, di Vittorio Gnecchi, del 1905, costò al suo autore l’ostracismo del mondo musicale dell’epoca, durato fino ai giorni nostri, perché un grande musicista dell’epoca, Richard Strauss, attinse a piene mani dalla sua partitura per scrivere Elektra (del 1909), opera rappresentata dal “Bellini” appena lo scorso anno. Direttore Donato Renzetti, regista Gabriele Rech. Con Giovanna Casolla, Mariana Pentcheva, John Treleaven, Carmelo Corrado Caruso. Nuovo allestimento del “Bellini”. Sette recite, dall’11 al 19 gennaio 2011.

In febbraio tornano sul palcoscenico del “Bellini” due classici della musica verista: Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni e Pagliacci di Ruggero Leoncavallo; la prima manca dalle scene del “Bellini” dal 1998, la seconda dal 2000. Per entrambe, la direzione d’orchestra è di Jari Hämäläinen e la regia è di Lorenzo Mariani. Tra gli interpreti, Giovanna Casolla, Rubens Pelizzari, Alberto Gazale, Kristin Lewis. Allestimento della Fondazione Teatro Massimo di Palermo. Otto recite, dal 17 al 27 febbraio 2011, con un “fuori abbonamento”.

Il primo dei due appuntamenti con il balletto sarà una novità assoluta scritta apposta per il Teatro Massimo Bellini da quell’artista eclettico e poliedrico che è Pippo Delbono: Dopo la battaglia è una creazione coreografica sulle musiche della Sagra della Primavera di Igor Stravinskij e su quelle tratte dai Requiem scritti da Mozart, Dvorak e Verdi. “E’ un’opera che unisce la musica, il teatro, la danza e il cinema –dice Pippo Delbono- per raccontare un viaggio di attraversamento nelle zone nere del nostro tempo verso il desiderio di luce”. Sette recite, dal 22 al 27 marzo 2011.

Una delle due rarità –oltre a Cassandra- che la Stagione Lirica 2011 del Teatro Massimo Bellini proporrà è rappresentata da Parsifal, di Richard Wagner, opera che al “Bellini” conta un solo precedente nel lontanissimo 1966, ben 44 anni fa. A dirigere l’orchestra stabile del Teatro sarà lo stesso direttore artistico Will Humburg, mentre regia e scene saranno di Roland Aeschlimann, in un nuovo allestimento realizzato in coproduzione con lo Staatstheater di Norimberga. Interpreti principali Elena Zlidkova, Christian Franz, Franz Grundheber, Jan Hendrik Rootering. Sette recite, dal 10 al 20 maggio 2011.

L’ultimo appuntamento con la Stagione 2011 prima della pausa estiva sarà in giugno. Il balletto Cenerentola, di Sergej Prokof’ev, sarà portato in scena dalla compagnia de Les Ballets de Monte-Carlo, con le coreografie del suo direttore Jean-Christophe Maillot. Otto recite, dal 7 al 12 giugno 2011, con un “fuori abbonamento”.

In ottobre, la ripresa della Stagione sarà affidata a Gaetano Donizetti e ad una delle opere della cosiddetta Donizetti Renaissance: Le convenienze ed inconvenienze teatrali (Viva la mamma), mai rappresentata prima al “Bellini”. Direttore Marzio Conti, regia di Beppe De Tommasi. Con Luciana Serra e Simone Alaimo. Allestimento della Eidos Production. Sette recite, dal 12 al 19 ottobre 2011.

La Stagione Lirica 2011 si concluderà in dicembre con una delle opere in assoluto più amate dal pubblico: Rigoletto, di Giuseppe Verdi, mancava dal 1998. Sul podio salirà nuovamente Will Humburg; tra gli interpreti principali ci saranno Ekaterina Sadovnikova, Ricardo Bernal, Giovanni Meoni. Otto recite (con un “fuori abbonamento”), dal 7 al 18 dicembre 2011.


LA CAMPAGNA ABBONAMENTI Prelazione ai turni A, B, C, D, R, da lunedi 8 novembre a sabato 11 dicembre 2010. Nuovi abbonamenti da mercoledi 15 dicembre 2010 sino al giorno del primo spettacolo nel turno prescelto (dall’11 al 19 gennaio 2011).

I prezzi vanno dai 2.222 euro di un palco di secondo ordine con 5 ingressi nel turno A, ai 31 euro di un posto in galleria nel turno S1 (quello per le scuole). In ogni caso, si tratta di prezzi invariati rispetto allo scorso anno.

Il botteghino sarà aperto tutte le mattine dei giorni feriali, dalle 9,30 alle 12,30, e al pomeriggio dal martedi al venerdi, dalle 17 alle 19. Nei giorni di spettacolo, l’apertura pomeridiana avverrà un’ora prima dell’inizio della recita.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cinema&Teatro