Palermo, complesso Castelnuovo presto restituito a cittadini e

L’assessore al Turismo, Raoul Russo, e l’assessore alla Cultura, Giampiero Cannella, esprimono grande soddisfazione per “un importante passaggio nella vita turistica e culturale della Città di Palermo: l’imminente riapertura del Complesso di Villa Castelnuovo”.

“Intendiamo promuovere – hanno dichiarato congiuntamente Raoul Russo e Giampiero Cannella –, con il concorso sinergico dell’Amministrazione Comunale, della Fondazione Teatro Massimo e di tutti gli operatori culturali disponibili, un grande progetto per proporre un adeguato cartellone di iniziative artistiche, culturali e turistiche della Città di Palermo. Condizione essenziale per offrire ai cittadini ed ai turisti, nelle stagioni estive del prossimo triennio, una programmazione artistica prestigiosa e di alto profilo qualitativo è la sinergia e la collaborazione tra le parti e le istituzioni interessate”.

“Sinergia fondamentale – hanno proseguito Raoul Russo e Giampiero Cannella – come quella che permetterà presto di riaprire il Complesso di Villa Castelnuovo per permettere alla cittadinanza ed ai turisti di ammirare le bellezze degli spazi interni del sito, aggiungendo così un ulteriore importante elemento al già ricco panorama dei beni architettonici palermitani”.

“Nei prossimi giorni – hanno concluso Raoul Russo e Giampiero Cannella – sarà costituito un tavolo tecnico tra gli assessorati comunali al Turismo ed alla Cultura, la “Fondazione Teatro Massimo” e l’Ufficio Cerimoniale del Sindaco, Relazioni internazionali e Promozione dell’immagine e dell’identità della Città di Palermo per definire le iniziative che consentiranno l’apertura del sito e la fruizione dei cittadini e dei turisti, inserendo Villa Castelnuovo nel circuito internazionale di “Palermo Città d’Arte”, predisponendo contestualmente, all’interno del Complesso, iniziative culturali ed apposite strutture di informazione.”

Con la stessa delibera, la Giunta comunale, oltre a sancire l’imminente riapertura del Complesso di Villa Castelnuovo ha, ha stabilito che la programmazione artistica del Teatro di Verdura sarà affidata, per 3 anni ed a titolo de facto oneroso, con un bando pubblico, a privati, ai quali competeranno i costi delle utenze, delle assicurazioni ed i lavori di manutenzione ordinaria, nonché le opere di manutenzione straordinaria (quantificate in oltre 100.000 euro) sulla parte del Teatro di cui fruiranno, durante l’anno, anche la Fondazione Teatro Massimo (per la stagione estiva) ed il Comune di Palermo.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cultura & Società