Teatro a Tre: risate asssicurate con "Aiuto! Ho perso la testa per una ragazzina!"

A chiusura di un’ideale trilogia avviata nella scorsa stagione con “La Strana Coppia in Rosa” e proseguita con “Ma chi le ha inventate le mogli?”, la compagnia Teatro a Tre Alterazione proporrà sabato, con doppio spettacolo alle ore 17 e 21, e domenica alle ore 18 sul palcoscenico del teatro Don Bosco di viale Mario Rapisardi, a Catania, la commedia brillante in due atti di Salvatore Sottile “Aiuto ! Ho perso la testa per una ragazzina!”, nell’ambito del cartellone allestito con la direzione artistica di Melina Distefano (nella foto). Così come avvenuto nelle precedenti commedie, ancora una volta sarà il “classico” uomo di mezza età, con i suoi vizi e le sue debolezze, il protagonista principale della messinscena che si innamora perdutamente di una ragazzina che, dati anagrafici alla mano, potrebbe essere sua figlia. Un “incidente” di percorso che, naturalmente, gli rende difficile la vita e che lo costringe ad inventare una bugia dopo l’altra, uno stratagemma dopo l’altro, per salvare le apparenze e celare la verità alla moglie e persino all’amante. “Secondo il famoso detto “Chi troppo vuole, nulla stringe”, il nostro malcapitato finirà per cacciarsi in un mare di guai, – rivela l’autore Salvatore Sottile - e non meno complicata è la sorte degli altri personaggi che si trovano anch’essi coinvolti nelle paradossali situazioni derivanti dal menage à trois del protagonista. Una galleria di “campioni dell’inganno” che non indietreggiano di fronte a niente e nessuno, pur di salvare le loro tresche ed i loro imbrogli”. Risate, quindi, assicurate al cospetto di continui equivoci ed espedienti, con la presenza sulla scena anche di due personaggi con l’accento tipicamente napoletano e piemontese. Cast composto da Giovanni Puglisi, Melina Distefano, Lena Barone, Annalisa Parisi, Angela Giordano, Toti Finocchiaro, Salvatore Sottile, Antonio Parisi, Orazio Torrisi, Elisabetta Torrisi.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cultura & Società