Catania, vince causa ma non basta sentenza a fermare esattoria

E' quanto accaduto a una contribuente catanese assistita dai legali del Codacons che, dopo la notifica dell'avviso di accertamento della TARSU garage per l'anno 2001, ha impugnato davanti al giudice il provvedimento ottenendo l'annullamento dell'avviso stesso con sentenza 475/7/08.

Il Comune di Catania, invece di dare luogo all'esecuzione del giudicato, procede con gli atti amministrativi e dà istruzione alla Serit per l'emissione della cartella di pagamento, anch'essa impugnata dalla contribuente.

"Nonostante tutto - dice l'avv. Angela Scarpulla del Codacons che ha seguito la vicenda dal punto di vista legale - la contribuente ha sulle spalle un preavviso di fermo per euro 1.736,53 su un proprio autoveicolo."

Il Codacons invita tutti i cittadini a prestare la massima attenzione agli avvisi di pagamento riguardanti la TARSU garage per gli anni dal 2001 al 2004.

L'avv. Floriana Pisani, Responsabile dell'Ufficio Legale del Codacons afferma in merito che sono già varie decine le sentenze che hanno accolto i ricorsi presentati dal Codacons avverso gli avvisi di accertamento TARSU afferente gli anni 2001/2002/2003/2004 emessi dal Comune di Catania sulle unità garage pertinenti agli immobili di proprietà dei singoli ricorrenti.

L'annullamento degli impugnati avvisi di accertamento rappresenta un'importante vittoria firmata Codacons. Tutti i giudici tributari hanno chiarito, facendo anche leva sulla sentenza della Cassazione 19459/2003, che gli avvisi di accertamento del Comune di Catania hanno palesemente violato il disposto dell'art. 62 del DL.vo 507/93: " non sono soggetti a tasse i locali e le aree che non possono produrre rifiuti o per loro natura o per particolare uso a cui sono stabilmente destinati" rilevando che gli utenti che si sono rivolti al Codacons hanno provato che il locale è destinato esclusivamente al ricovero dell'autovettura, escludendo di fatto la presenza abituale propria e di altre persone all'interno del locale, ciò che avrebbe fatto supporre la produzione di rifiuti derivanti dalla presenza continua ed abituale dell'uomo.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Diritto&Diritti