Lombardo e Cherif Bassiouni (Siciliatoday)

Giustizia, a Siracusa si formano i magistrati di 140 paesi

PALERMO – “Si deve all’impegno di M.Cherif Bassiouni la formazione di molti magistrati che operano nel Medio Oriente, ed in modo particolare in Afganistan. Ciò grazie a due importanti istituzioni che operano a Siracusa: l'Istituto superiore Internazionale di Scienza Criminali e l'Osservatorio Permanente sulla criminalità organizzata. Per questo motivo gli siamo grati”. Così il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo ha salutato l'illustre criminologo in visita a Palazzo d'Orleans.

“Il professore Bassiouni - ha proseguito Lombardo - è l'anima e il motore di questi istituti, forse poco conosciuti da noi, ma molto noti in almeno 140 Paesi, quelli da cui provengono i partecipanti ai corsi che si tengono a Siracusa”.
“Questi istituti si riuniranno e avranno sede – ha aggiunto il presidente – in un prestigioso palazzo messo a disposizione dal Comune di Siracusa al fine di rendere un servizio sempre più qualificato per la formazione delle classi dirigenti e amministrative di tante nazioni”.

“Da 37 anni operiamo a Siracusa – ha detto Bassiouni - dove abbiamo formato circa trentamila magistrati e funzionari pubblici. Siamo il più grande centro di formazione di operatori della giustizia nel mondo. I nostri progetti sono finanziati dalla U. E. dal ministero degli Esteri e da quello della Giustizia. Siamo presenti in Afganistan e Irak dal 2003, in Albania e Macedonia da cinque anni. Tutto ciò da grande vanto all'Italia e a Siracusa in particolare”.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Diritto&Diritti