Palermo, inviate fatture di conguaglio per utenti ex Eas

Palermo, 2 febbraio 2009 – Acque potabili siciliane, società del gruppo Acque potabili Torino, gestore dell’Ato idrico Palermo 1, ha inviato nelle scorse settimane le prime 19 mila fatture a conguaglio ad altrettanti utenti dei 26 Comuni prima serviti dall’Eas. I conguagli saranno inviati ad altri 9 mila utenti, i cui contatori sono risultati guasti.

La fattura sarà inviata solo dopo un nuovo calcolo basato sui consumi medi per tipologia di consumo e si procederà a breve con la sostituzione del misuratore.

I conguagli sono stati inviati a seguito dell’approvazione della struttura tariffaria da parte della Conferenza dei sindaci.

Il 2% di queste 19 mila fatture, pari a circa 400 casi, ha evidenziato errori dovuti, nella maggior parte dei casi, a dati sbagliati comunicati dall’Eas ad Aps, relativi alle precedenti letture del triennio 2004-2006. Sono state riscontrate anche perdite a valle del contatore mai registrate prima o in altri casi vi è il sospetto che il contatore sia guasto.

E’ anche vero che le verifiche hanno consentito di mettere in luce casi limite, come utenze registrate a suo tempo come residenze domestiche e allacciate invece a caseifici, oppure condomini con dieci appartamenti che indicano consumi pari a zero.

L’area Clienti di Aps sta provvedendo alle necessarie verifiche e, laddove siano dimostrati errori imputabili alle passate comunicazioni dell’Eas, emetterà nuove fatture corrette. Qualora l’errore accertato dipendesse da guasto del contatore, l’apparecchio sarà sostituito a breve e il pregresso consumo sarà regolarizzato a transazione.

Aps invita gli utenti che presumano di ritrovarsi in queste situazioni, a rivolgersi agli sportelli sul territorio per segnalare le presunte anomalie e a richiedere la verifica.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Diritto&Diritti