Tutela dei lavoratori e diritto penale

Le condizioni degli ambienti di lavoro, la tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori, le garanzie legate alla dignità ed alla libertà sul posto di lavoro sono temi di strettissima attualità che coinvolgono in maniera pregnante l’opinione pubblica e le istituzioni deputate a legiferare ed a monitorare e verificare il rispetto delle normative in materia. La cronaca quotidiana è purtroppo ricca di episodi tragici che colpiscono lavoratori che sono costretti ad operare in ambienti insalubri ed insicuri.

“Il diritto penale del lavoro” è il manuale di Stefano Cui, edito da Halley Editrice (www.halleyeditrice.it) nell’ambito della collana “Controversie & Soluzioni” curata da Giuseppe Cassano, che affronta con particolare cura ed in dettaglio i diversi temi legati ai possibili reati riscontrabili in materia lavoristica. Il lavoratore si trova in una posizione più “debole” nei confronti del datore di lavoro, ecco dunque che il legislatore appronta una serie di interventi finalizzati a tutelare, prevenire e sanzionare eventuali comportamenti illeciti cagionanti danni e disagi.

Nello specifico, l’autore delinea le diverse normative che sanciscono misure e tutele da adottare sui luoghi di lavoro al fine di prevenire incidenti e malattie professionali, con le correlative responsabilità e fattispecie legate ad eventuali risarcimenti del danno; inoltre, le possibili violazioni con le conseguenti responsabilità penali in materia previdenziale ed assistenziale, le specifiche tutele previste a favore di particolari categorie di lavoratori, la tutela della personalità del lavoratore.

Il testo, aggiornato sulla scorta dei più recenti orientamenti giurisprudenziali, costituisce un vademecum indispensabile sia per i datori di lavoro, al fine di evitare comportamenti lesivi dei diritti dei lavoratori, sia per questi ultimi, non sempre informati a dovere circa le tutele previste dalle norme a loro vantaggio.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Diritto&Diritti