Web

WindJet, a Fontanarossa sit-in lavoratori

E' ripresa stamane all'alba, nell'aeroporto di Catania Fontanarossa, la protesta dei dipendenti della Windjet, dopo un'assemblea indetta da Cgil, Cisl e Uil. I lavoratori chiedono di tornare a lavorare dopo lo stop ai voli deciso dalla compagnia low cost. Alla protesta prendono parte un centinaio di persone tra piloti, assistenti di volo e dipendenti della Katane Handling, una delle aziende dell'indotto della compagnia aerea.

''Siamo qui stamane insieme ai lavoratori, in attesa che ci siano novità sul fronte Windjet e sull'impegno del governo, per tenere alta la protesta e l'attenzione sull'aeroporto di Catania, che è importante e strategico per il territorio e l'intera regione''. Lo ha affermato il segretario territoriale della Cisl etnea Rosaria Rotolo, che ha preso parte all'assemblea dei dipendenti Windjet nello scalo di Catania insieme con i segretari della Cgil e Cisl etnea, Angelo Villari e Alfio Giulio.

Alla manifestazione hanno partecipato anche Gianni Platania, del dipartimento nazionale della Filt Cgil, il segretario regionale della Fit Cisl Matteo Benigno e Armando Alibrandi, della Uil Trasporti di Catania. Rotolo ha reso noto che martedì prossimo i sindacati parteciperanno nella Prefettura di Catania ad un incontro sul tema della Windjet tra il prefetto e l'assessore regionale al Lavoro Giuseppe Spampinato. ''Insieme Cgil Cisl e Uil - ha detto - chiederemo un impegno per la convocazione del presidente dell'Enac, di tutti i rappresentanti delle società di handling dello scalo e della Sac per creare un protocollo che possa salvaguardare tutti i lavoratori dell'indotto che lavorano nell'aeroporto''. ''Per ciò che riguarda i 504 lavoratori di Windjet in cassa integrazione - ha concluso Rotolo - pretenderemo che si possano, al di là di quella che sarà la proprietà di Windjet, ricollocare all'interno di società di trasporto aereo''.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Economia