Web

Windjet, prime ripercussioni sull'indotto: a rischio in 170

Prime ripercussioni della crisi Windjet sull’indotto: fino a 170 esuberi dichiarati da Katane handling, azienda addetta al carico, scarico, controllo tecnico e assistenza a terra dell’aeroporto di Catania. Lo rendono noto i sindacati catanesi.
Oggi, infatti, si è svolto presso la sede etnea di Katane handling un incontro tra i vertici dell’azienda, le organizzazioni sindacali Filt CGIL, Fit CISL, Uiltrasporti e le rispettive Rappresentanze sindacali aziendali.
“Così come già detto numerose volte nel corso degli ultimi giorni- si legge nel comunicato sindacale- la grave vicenda Windjet influisce direttamente sul futuro dell’aeroporto catanese”.

“Nel corso dell’incontro, la società Katane handling ha comunicato un esubero di personale proporzionale alla percentuale di voli perduti a causa della riduzione del volato Windjet. Il provvedimento -continua la nota- potrà riguardare fino a 170 lavoratori e lavoratrici, tra i dipendenti a tempo indeterminato e stagionali”.
Per i sindacalisti “l’aeroporto di Catania rappresenta una struttura strategica di trasporto per tutta la Sicilia orientale. La comunità catanese non può subire ulteriori contraccolpi sull’occupazione. Pertanto oggi è diventato non più rinviabile avviare un confronto per la costruzione di un protocollo tra handler, ENAC, Sac, per costruire una clausola di salvaguardia per tutelare i posti di lavoro”.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Economia