Codacons, continua allarme sicurezza alimentare

Non c'è pace per i consumatori italiani. Dopo anni di mucca pazza e influenza aviaria, si scopre ora un nuovo scaldalo legato alla sicurezza alimentare: cibi adulterati che finiscono sulle tavole dei consumatori, scadenze ritoccate, carni in pessimo stato di conservazione, grano e riso contaminati ecc. E' a rischio la salute di noi tutti, si rendono indispensabili assidui controlli anche nei processi di smaltimento in modo da evitare la circolazione di prodotti non più idonei al mercato.

"Basta guardare gli interventi dei Nas dell'ultimo quinquennio – afferma Francesco Tanasi, Segretario Nazionale Codacons – per sapere che milioni e milioni di chili di prodotti alimentari pericolosi sono finiti sulle tavole degli italiani, ignari di mangiare cibi prodotti con uova ammuffite e vermi, e questo è solo un esempio".

Non ultimi i sequestri di questi giorni hanno fatto registrare picchi consistenti in Sicilia, con una sfilza di sequestri a Catania e provincia. Sembra esserci un vero e proprio allarme sull sicurezza alimenatre e la gente sempre più preoccupata si rivolge di continuo alle associazioni di tutela dei consumatori, per denunciare illeciti e irregolarità nella conservazione, etichettatura e vendita dei cibi.
"Questa vicenda - conclude Tanasi - dimostra come sia indispensabile introdurre nel nostro Paese pene più severe per i reati alimentari, e come sia urgente arrivare alla creazione di una Agenzia per la Sicurezza alimentare, la cui assenza in Italia, alla luce degli ultimi avvenimenti, rappresenta una grave irresponsabilità delle nostre istituzioni".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Spalla