Il taglio del nastro (N.Ruso Siciliatoday.net)

Expobit, oggi la presentazione del premio Agorà

L’organizzazione di due convegni, la realizzazione di interviste e rilevazione dei dati nel corso della manifestazione per rilevare i flussi di presenza, il livello d’interesse ed il livello di soddisfazione dei partecipanti e degli espositori. E’ il contributo che offre Marketing Management S.r.l., presente con uno stand, per la realizzazione dell’Expobit 2010, dal 18 al 21 novembre al Centro fieristico “Le Ciminiere di Catania”. I momenti di approfondimento sono messi a punto per conto del Club Dirigenti Marketing al quale i responsabili di Marketing Management sono associati.

Si comincia giovedì 18 novembre, alle 16, con “Premio Agorà: resoconto 2010 ed “innovazione tecnologica” della manifestazione 2011”, alla presenza di Salvatore Limuti, presidente del Premio Agorà, Lorenzo Guarnera vice presidente del Club Dirigenti Marketing, Rino Alessi ad Alessi Pubblicità Spa, Maurizio Ninfa direttore di Sprint Sicilia e patron di Expobit.
Cosa è il Premio Agorà. Creato in Sicilia nel 1986 dal Club Dirigenti Marketing per valorizzare ed incentivare la comunicazione pubblicitaria, il Premio Agorà, venticinque anni dopo, è un festival unico nel panorama pubblicitario italiano perchè premia le campagne pubblicitarie, ma premia anche le agenzie che si distinguono per originalità, strategie e pianificazione. Il Premio Agorà è l’unico riconoscimento presente nel Sud ed è l’unico a premiare anche le campagne regionali.
Le agenzie coinvolte in questi anni sono state settecento; mille sono, ogni anno, gli inviti alle agenzie iscritte ad almeno un’associazione di categoria. Più di un migliaio le campagne visionate e parecchie decine sono state premiate.

Nell’edizione 2010 è stato celebrato il 25° anniversario del Club Dirigenti Marketing, con la consegna dei riconoscimenti di “Cavalieri del marketing” a 25 manager siciliani e con la realizzazione di “Agorà on air” (convegni e tavole rotonde sul tema della comunicazione e la premiazione della XXIII edizione).
Quest’anno l’Oro nazionale è andato all’agenzia Selection di Milano, per la campagna “Vigorsol Air Action” della Perfetti Van Melle, l’Oro regionale all’agenzia Studio 9 di Bari, per la campagna sul Servizio civile della Regione Puglia.

Sono stati inoltre consegnati 11 premi speciali, 7 argenti nazionali e 12 argenti regionali, che hanno premiato anche numerose agenzie ed aziende siciliane.

Nell’ottica del miglioramento continuo nell’edizione 2011 del premio sarà introdotta la categoria “Innovazione tecnologica” ed istituito un premio speciale per il contenuto tecnologicamente innovativo dei prodotti e per il modo di comunicarlo.

Sabato 20, alle 16, un altro appuntamento di approfondimento che ha per tema “Territorio e prodotto: Quale marketing per l’internazionalizzazione delle imprese siciliane?” alla presenza di Antonio Bartoccelli, past president Club Dirigenti Marketing, Francesco Garraffo, docente di Strategia e marketing per l’internazionalizzazione Università di Catania, Salvatore Limuti, amministratore delegato di Marketing Management, e Marco Venturi, assessore regionale alle Attività Produttive.

L’indagine effettuata. L’area di provenienza trasferisce ai prodotti il proprio carattere genetico in modo indelebile. L’Italia pur essendo un unico paese è nella realtà un insieme di regioni, aventi caratteristiche diverse, che nel corso della loro lunga storia hanno consolidato nei tratti reali e nell’immaginario collettivo, valori ben distinti trasferiti ai propri prodotti.

I dati della ricerca della Marketing Management presentati nel convegno mettono in luce il rapporto “territorio-prodotto”, evidenziando sia quali prodotti si avvantaggiano dell’essere originari della nostra regione, sia il riconoscimento da parte dei cittadini delle “capacità peculiari” delle regioni italiane. L’indagine esplorativa è stata effettuata mediante la realizzazione di 1.200 interviste. Gli intervistati hanno risposto a domande tendenti ad individuare, per 20 settori merceologici, quali regioni, secondo il loro parere, producono o potrebbero produrre i migliori prodotti, ed indicato la conoscenza di marche produttrici. I settori sottoposti ad analisi sono stati: abbigliamento, acqua minerale, argenteria, computer-informatica, confetture-condimenti, dolci, elettrodomestici, formaggi-mozzarelle, gelati, gioielli, imbarcazioni, liquori, marmo, meccanica di precisione, mobili, pasta alimentare, pesce in scatola, prodotti da forno, salumi, vino.
L’analisi del vissuto degli intervistati evidenzia come i convincimenti valoriali (stereotipi, tradizioni, clima, etc.), rappresentino grandi opportunità che le imprese siciliane dovrebbero poter cogliere e forniscano interessanti spunti e suggerimenti per elaborare strategie di marketing per le imprese siciliane.

I mercati più premianti per la Sicilia sono stabili se non in crescita, con prodotti che poggiano solidamente su valori ed archetipi che li rendono longevi e difficilmente imitabili. Nei mercati della pasta, dei salumi, dei vini e dei prodotti da forno le marche si contendono quote di profitto, ma nel suo complesso il consumo è ancorato ad abitudini durature. Per molti di questi mercati (gelati, dolci, pesce in scatola) si è rilevato un giudizio molto positivo sui prodotti siciliani al quale però non si associa un’adeguata conoscenza (presenza commerciale) di marche specifiche.

Nel percorso di internazionalizzazione delle imprese siciliane dei prossimi anni saranno determinanti, oltre all’innovazione tecnologica ed alla definizione di elevati standard di qualità dei prodotti, strategie di mercato atte a conquistare grandi masse di consumatori che hanno già nel cuore la Sicilia.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Speciale Expobit