Belpasso, sgominata la banda del pizzo$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
I carabinieri di Catania hanno arrestato otto persone accusate, a vario titolo, di estorsione in concorso aggravata dall'aver agito avvalendosi delle condizioni previste dall'associazione mafiosa. Il provvedimento scaturisce da indagini avviate nei mesi scorsi dalle quali è emerso che un imprenditore edile di Belpasso pagava una tangente di mille euro al mese al gruppo mafioso della zona che è collegato alla 'famiglia' Santapaola-Ercolano.
Mafia e traffico di droga: in arresto esponenti del clan Cappello$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
L'operazione antimafia e antidroga della polizia a Catania denominata ''Revenge 5'' ha svelato nuovi assetti delle cosche etnee e ha scoperto che la droga a volte veniva trasportata all'interno di ambulanze, a sirene spiegate. Gli indagati sono accusati a vario titolo di associazione mafiosa, associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. La misura cautelare è stata emessa dal gip a conclusione di due distinte attività di indagine che hanno riguardato la cosca Cappello-Bonaccorsi.
Revocata la condanna a Dell'Utri; no a incidente esecuzione$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
La corte di appello di Palermo ha rigettato, dichiarandolo inammissibile, l'incidente d'esecuzione con cui la difesa di Marcello Dell'Utri, condannato a sette anni per concorso in associazione mafiosa, aveva chiesto la revoca del verdetto di colpevolezza.
Maxi operazione antidroga: arresti tra Catania e Siracusa$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Sono 24 le misure cautelari emesse dal gip di Catania, su richiesta della Procura Distrettuale Antimafia etnea, nei confronti degli affiliati ad un gruppo dedito all'acquisto, trasporto, detenzione e vendita di eroina, cocaina ed hashish, con l'aggravante della disponibilità di armi, attivo nella provincia di Siracusa.
Siracusa, adesca minorenne su Facebook: arrestato 40enne$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Gli agenti del Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni "Sicilia Orientale" di Catania hanno individuato e denunciato un uomo, di anni 40, residente in provincia di Siracusa, libero professionista, per il reato di adescamento di minori. La Procura Distrettuale di Catania ha immediatamente disposto una perquisizione nei confronti dell'indagato che ha dato esito positivo.
Catania, da lunedì via ai lavori di ristrutturazione del Garibaldi$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Lunedì prossimo a Catania sarà dato l'avvio ai lavori di ristrutturazione del pronto soccorso all'interno del presidio ospedaliero Garibaldi-Centro. Il progetto di risistemazione dei locali avrà una durata di 90-120 giorni e ridisegnerà i modelli di accesso alla struttura, consentendo un migliore approccio dei sanitari sia in fase di accoglienza che in quella di intervento.
Vittoria, si lancia dalla finestra della scuola: muore 19enne$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Uno studente di 19 anni di un liceo di Vittoria, nel Ragusano, si è suicidato, per cause in corso di accertamento, lanciandosi dal secondo piano dell'istituto. Il giovane è morto nell'ospedale Guzzardi poco dopo il ricovero. Indagini sono state svolte da carabinieri del nucleo operativo e della stazione di Vittoria, intervenuti dopo una segnalazione al 112. Il sostituto procuratore di Ragusa, Francesco Puleio, al termine delle operazioni e dell'ispezione cadaverica, ha disposto la restituzione della salma ai familiari.
Caso Loris, emergono i dettagli della deposizione della madre$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Emergono particolari agghiaccianti dalla deposizione resa da Veronica ai magistrati della Procura di Ragusa. La donna racconta di come trovò Loris, dopo l'incidente che secondo lei ne avrebbe causato la morte. "Sono pronto ad accettare qualunque verità". Lo ha detto Davide Stival, padre di Loris, in merito all'udienza davanti al Gup di Ragusa che dovrà decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio di Veronica Panarello per omicidio volontario aggravato e occultamento di cadavere.
Omicidio Giordana, resta in carcere l'omicida$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Resta in carcere Luca Priolo, il 24enne che il 6 ottobre scorso ha ucciso con 42 colpi di coltello la sua ex convivente, Giordana Di Stefano, di 20 anni, dalla quale aveva avuto una bambina di 4 anni. Lo ha deciso il Tribunale del riesame di Catania che ha rigettato la richiesta dei suoi legali, gli avvocati Sergio Di Mariano e Gaetano Agosta, di affidare il giovane, in regime di arresti domiciliari, alla comunità Exodus di don Mazzi.
Claudio Fava all'Ars:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
“Non mi stupisce che la Sicilia possa essere considerata fuori dal rischio di infiltrazioni dell’Isis per la presenza della mafia”. A dirlo è il vice presidente della commissione nazionale Antimafia Claudio Fava, a margine della sua audizione in commissione antimafia dell’Ars, parlando del rischio terrorismo in Italia.
Advertisement
Advertisement