Arrestati quattro rapinatori catanesi in trasferta ad Ancona$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
La polizia di Ancona ha eseguito arresti e perquisizioni, tra la provincia di Ancona e quella di Catania, per il reato di rapina. L’operazione degli uomini della squadra mobile ha permesso di smantellare una banda di rapinatori che dalla città etnea, potevano contare sull’appoggio logistico ed operativo di conterranei insediatisi ad Ancona ed effettuavano rapine seriali.
Scontro Suv-Scooter, muore a Catania 18enne$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Uno studente di 18 anni, Leonardo De Francesco, originario di Misterbianco, è morto per le ferite riportate in un incidente stradale avvenuto in via Valdisavoia, nel rione Cibali di Catania. Il giovane, che studiava al liceo scientifico Principe Umberto, si è scontrato frontalmente contro un suv che viaggiava in direzione opposta. Il 18enne è stato soccorso e trasportato all'ospedale Garibaldi, dove è morto.
Messina, il Tribunale rinvia Italicum alla Consulta$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
L'Italicum, ovvero il provvedimento che riforma la legge elettorale varato dal governo Renzi, è stato rinviato alla Corte costituzionale dal Tribunale di Messina, che ha fatto propri 6 motivi di incostituzionalità su 13 presentati. Lo fa sapere l'avvocato Felice Carlo Besostri, tra i promotori dei ricorsi anti-Italicum. "Spero che quello di Messina sia soltanto il primo", ha detto Besostri, ad accogliere il ricorso tra i diversi tribunali presso i quali è stato depositato, e che magari alla fine la questione di costituzionalità giunga alla Consulta su tutte e 13 le obiezioni presentate.
Mafia, 14 arresti a Paterno, sgominato il clan Assinnata$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Quattordici persone ritenute appartenenti al clan Assinnata di Paternò , collegato con la 'famiglia' Santapaola, sono state arrestate in esecuzione di un ordine di custodia cautelare emesso dal Gip di Catania, su richiesta della locale Dda della Procura. I reati ipotizzati, a vario titolo, sono associazione mafiosa, estorsione e traffico di droga. Tra i destinatari del provvedimento, eseguito da carabinieri, c'è il padre del ragazzo al quale il 3 dicembre scorso, durante i festeggiamenti di Santa Barbara, Patrona di Paternò, alcuni portatori dei cerei votivi fecero un 'inchino reverenziale' davanti la sua abitazione.
Sequestrate per mafia la Tecnis e le collegate:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Le società Tecnis Spa, Artemis Spa e Cogip Holding Srl sarebbero state "asservite alla famiglia catanese di cosa nostra". Questa la motivazione del provvedimento con il quale la Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Catania ha disposto l' amministrazione giudiziaria e il sequestro delle relative quote ed azioni societarie.
Il gip concede i domiciliari a Virlinzi$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Il quadro probatorio "si è consolidato" e per questo "le eccezionali esigenze cautelari sono venute meno", e visto, l'età dei due indagati, se ne "dispone gli arresti domiciliari". Lo scrive il Gip Marina Rizza nel provvedimento di scarcerazione dell'imprenditore Giuseppe Virlinzi, 77 anni, e del suo storico commercialista, Giovanni La Rocca, 76 anni nel'inchiesta della guardia di finanza per corruzione in atti giudiziari.
Catania, spaccio di banconote false: tre arresti$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
La Squadra Mobile ha arrestato Costanzo Giuseppe, (cl.1988), pregiudicato, Falsaperla Danilo Giorgio (cl.1994) e Zerbo Antonino Simone (cl.1995), per il reato di detenzione e spendita di banconote falsificate. I poliziotti avevano appreso la notizia che da qualche giorno alcuni giovani spacciavano banconote da venti euro false che venivano smerciate presso esercizi commerciali del centro cittadino.
Di Matteo:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
«Se Cosa Nostra non avesse avuto gli agganci a tutti i livelli istituzionali che ha, sarebbe stata destinata a scomparire in breve tempo grazie all'azione repressiva delle forze dell'ordine". Lo ha detto il sostituto procuratore antimafia di Palermo Nino Di Matteo in un incontro organizzato a Lecce dall'Università del Salento. Davanti ad un'aula magna gremita di studenti, guardato a vista dalle sue guardie del corpo, il magistrato siciliano si è soffermato sui legami tra la mafia, la politica e le istituzioni tutte.
Catania, arrestati mentre tentano una rapina al distributore$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
La scorsa notte gli agenti delle volanti hanno arrestato i pregiudicati catanesi Maurizio Giamblanco, 35 anni, e Claudio Alfio Testa Pulici, 36 anni: i due malviventi intorno alle 3 hanno tentato una rapina ai danni di un distributore di benzina Agip lungo la tangenziale est. L'arrivo degli agenti li ha messi in fuga. I due sono stati poco dopo intercettati mentre, ancora a bordo della loro auto, cercavano di far perdere le loro tracce. Dopo essere stati bloccati sono stati arrestati in flagranza per il reato di tentata rapina in concorso e portati alla casa circondariale di Piazza Lanza.
Catania, a Librino sequestrate droga e armi$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Tre pistole e sedici chili di droga sequestrati e tre arresti. E’ il risultato di una operazione dei carabinieri di Catania nel quartiere Librino. In manette sono finiti Michael D’Antoni, 26 anni; Orazio Junior Pino, 24 anni, già ai domiciliari, e Vito Gardali, 22 anni, con obbligo di firma per detenzione di sostanze stupefacenti e armi.
Advertisement
Advertisement