Sulla tratta Catania-Napoli il traffico di soldi falsi$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un 44enne di origine partenopea, Mario Di Maio, è stato arrestato dalla polizia di Stato a Catania appena giunto in città insieme alla figlioletta di 10 anni anni, che teneva per mano, su un traghetto proveniente da Napoli con un carico di 100 mila euro in banconote false.
Incidente alla cronoscalata: otto feriti, due in gravi condizioni$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Una gara automobilistica nel Catanese, la cronoscalata di Piedimonte Etneo, sospesa a causa di un incidente stradale che ha causato otto feriti, di cui due gravi. Sono tutti spettatori sui quali sarebbe finito per cause in corso di accertamento una vettura in gara guidata da un maltese. I feriti più gravi sono entrambi in prognosi riservata, ricoverati all'ospedale Cannizzaro di Catania. Si tratta di una donna e di un 15enne, entrambi trasferiti con elisoccorso e trattati, in codice rosso, al Trauma Center.
M5S e le firme false, 14 chiamati in giudizio$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il Gup di Palermo, Nicola Aiello ha rinviato a giudizio tre deputati nazionali e due regionali ex M5S, 8 attivisti del movimento e un cancelliere del tribunale per la vicenda delle firme false apposte alla lista presentata nel 2012 dai grillini per le comunali di Palermo. Il processo comincerà il 3 ottobre davanti al giudice monocratico. Gli imputati rispondono, a vario titolo, di falso e della violazione della legge regionale che ha recepito il testo unico in materia elettorale.
Catania, anziana muore in sala operatoria$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
La Procura di Catania ha indagato, come atto dovuto, sei medici del reparto di chirurgia dell'ospedale Vittorio Emanuele nell'ambito dell'inchiesta per omicidio colposo sul decesso di Giuseppina Camiolo, di 68 anni. La donna, docente in pensione di Nicosia (Enna), morta il 17 giugno scorso nel nosocomio etneo durante un secondo intervento chirurgico che era stato eseguito per delle complicanze post operatorie.
Confisca di 170 milioni di euro ad imprenditore siciliano a Roma$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Beni mobili ed immobili, partecipazioni e numerose società, per un valore complessivo di circa 170 milioni di euro, sono stati confiscati dai militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Roma a un imprenditore siciliano - Pietro Tindaro Mollica, 56 anni - attivo nel settore degli appalti di opere pubbliche su scala nazionale, accusato di reati fallimentari e di trasferimento fraudolento di valori.
Infermiere con in casa maxi arsenale: arrestato$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Alcune armi erano nella sua abitazione usuale. Altre, la maggior parte, erano nella casa di campagna. Ed alcune erano state interrate, per non essere trovate. Sono durate per circa 12 ore le perquisizioni compiute dai carabinieri di Favara. E dopo la scoperta di un maxi arsenale, i militari hanno arresto un insospettabile: l'infermiere Amedeo Caruana, 50 anni.
Ruba un pezzo di formaggio: condannato ad un anno di carcere$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un anno e quattro mesi di carcere, comminati col rito abbreviato, e quindi con una riduzione di un terzo della pena, e quattrocento euro di multa. E' questa la condanna inflitta a Filippo Maurizio Polizzotto, 45 anni, con precedenti penali, accusato di avere rubato un pezzo di formaggio parmigiano il 18 luglio dell'anno scorso in un Eurospin di Mondello, località balneare di Palermo.
Iniettavano aria nelle vene uccidendo degenti: indaga la Procura di Catania$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
La Procura di Catania ha aperto un'inchiesta per omicidio sulla denuncia di un collaboratore di giustizia che accusato un barelliere di un'ambulanza di avere iniettato dell'aria nelle vene in malati terminali per accelerarne il decesso. Lo scopo era quello di guadagnare sull'intervento di agenzie di onoranza funebri 'amiche'. Il decesso avveniva durante il trasporto dall'ospedale di Biancavilla a casa dei pazienti dimessi perché in fin di vita.
Sudanese fa sbandare un bus della linea Palermo-Trapani$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un giovane sudanese che viaggiava a bordo di un pullman Palermo-Trapani, ha afferrato il volante mentre il mezzo era in corsa e ha cercato di farlo uscire di strada. Attimi di paura tra i passeggeri. Dei militari che si trovavano a bordo sono riusciti a bloccarlo. Non è chiaro ancora il movente. Sulla vicenda indaga il pool della dda di Palermo che coordina le inchieste sul terrorismo. La Digos sta interrogando l'africano che è stato fatto scendere a Castellammare del Golfo.
La figlia di Riina su Facebook:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Tramite il nostro legale chiederemo al presidente della Repubblica la revoca della cittadinanza italiana sia per noi che per nostra figlia così sarà chiaro al mondo intero come l'Italia politica e mediatica tratta i suoi figli, perché sono brutti, sporchi e cattivi". Lo annuncia, sul proprio profilo Facebook, Lucia Riina, figlia del boss ergastolano Totò, contestando il mancato riconoscimento da parte del Comune di Corleone del 'bonus bebè'.
Advertisement
Advertisement