Prete rifiuta offerta in centesimi: duro rimbrotto del vescovo di Noto$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Ha rifiutato le offerte in centesimi fatte dai fedeli durante una messa funebre, il parroco della Chiesa del Cuore Immacolato di Modica, don Mario Martorina. Il 'caso' è finito sul tavolo del vescovo di Noto, Antonio Staglianò, che ha chiesto spiegazioni al prete ed ha stigmatizzato il suo gesto. Il vescovo Staglianò si è poi dichiarato dispiaciuto per l'episodio che ha definito "disdicevole" perché non sarebbe "ecclesialmente possibile".
Adrano, azzerato clan mafioso: trenta arresti$
Web
di Redazione
Un'operazione della polizia di Stato di Catania, con 33 arresti, ha decapitato i vertici e disarticolato i ranghi del clan Santangelo 'Taccuni' di Adrano, collegato alla 'famiglia' Santapaola-Ercolano. I reati contestati, a vario titolo, sono associazione mafiosa, traffico di sostanze stupefacenti, estorsione, rapina, furto con l'aggravante del metodo mafioso.
Colpo a clan Bagheria, sei arresti$
Web
di Redazione
I carabinieri del Comando Provinciale di Palermo, su disposizione della Dda hanno fermato sei persone accusate di associazione mafiosa ed estorsione aggravata. Il provvedimento nasce da un'indagine della Compagnia di Bagheria che ha permesso di accertare i ruoli dei fermati in Cosa nostra e una serie di taglieggiamenti a commercianti e imprenditori di Bagheria.
Gentiloni inaugura
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il premier Paolo Gentiloni e il ministro Dario Franceschini al teatro Massimo hanno partecipato alla cerimonia d'apertura di Palermo capitale della cultura 2018. "E' un' occasione per tutti gli italiani cui non sfugge la realtà di una città che ha sofferto e che certamente non ha del tutto superato difficoltà sociali, che è stata anche al centro di lutti, minacce, che è stata in qualche modo costretta a convivere con stereotipi a livello nazionale e internazionale. Ma è una città che sta cambiando, proiettata al futuro. Questa è una occasione per dire grazie Palermo, gli italiani sono orgogliosi di questa città".
Catania, trovato morto in auto con proiettile in testa$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il cadavere di un 64enne è stato trovato in via Giuffrida Castorina, a Catania, in una zona interessata dai lavori per la realizzazione della bretella destinata ad alleggerire il traffico del Tondo Gioeni. L’uomo era seduto dal lato passeggero di una Panda, ed è morto per un colpo di pistola alla testa.
Ferrandelli, sequestrata documentazione su candidatura$
Web
di redazione (Twitter: @siciliatoday)
I carabinieri del nucleo investigativo di Palermo stanno eseguendo negli uffici elettorali del Comune un decreto di sequestro emesso dalla procura relativo alla documentazione delle liste elettorali delle formazioni politiche che hanno sostenuto la candidatura di Fabrizio Ferrandelli alle scorse amministrative del giugno 2017.
Catania, ritrovata Ferrari sotto sequestro$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Personale delle Volanti della polizia di Stato della Questura di Catania hanno sequestrato una Ferrari "430 Scuderia", che per effetto di indagini patrimoniali eseguite dal Gruppo della Guardia di Finanza, risultava da 'ricercare' perché sottoposta a un decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip nel febbraio del 2017.
Messina, decapitato clan mafioso: 40 arresti$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
E' una mafia tradizionale, "ortodossa", capace di riorganizzarsi nonostante da un decennio sia costantemente colpita dall'azione degli investigatori quella che emerge dall'ultimo blitz di carabinieri e polizia di Messina che ha disarticolato il clan dei "barcellonesi". In tutto le misure cautelari eseguite sono 40: i carabinieri hanno arrestato 29 persone (22 libere, sette detenute), mentre la polizia ha arrestato 11 persone (otto libere, tre detenute).
Floridia, bimbo muore soffocato da boccone di pasta$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un bimbo di 4 anni è morto oggi a Floridia (Sr), probabilmente soffocato da un boccone di pasta. Secondo una primissima ricostruzione il bimbo stava mangiando quando la madre si è accorta che non riusciva a respirare ed ha chiesto aiuto ai vicini. Immediato l'arrivo di un'ambulanza che ha tentato di rianimare il bimbo che è stato trasferito alla caserma dei carabinieri dove era arrivato l'elisoccorso.
Si fingevano poliziotti, ricattavano online: arrestati tre catanesi$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Contattavano inserzionisti dei più noti siti di annunci commerciali e di incontri, poi, dopo aver studiato la personalità dal loro profilo social, le vittime venivano sentite al telefono da un sedicente ispettore della polizia postale di Roma, Marco Gigliotti. Infine venivano persuase dell’esistenza a proprio carico di una querela e per evitare che questa si trasformasse in reato, venivano invitate a pagare “sanzioni pecuniarie” tramite bonifici.
Advertisement
Advertisement