Maltempo diffuso, Catania in ginocchio$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Situazione critica a Catania e provincia, dove un violento nubifragio ha provocato disagi e allagamenti. Diversi automobilisti sono rimasti bloccati all'interno delle loro vetture "assediate" dall'acqua, prima di essere soccorsi dai vigili del fuoco. Chiuso l'aeroporto Fontanarossa, con i voli in arrivo dirottati a Palermo. Una voragine si è aperta nella piazza principale di Valverde: inghiottita un'auto.
Sequestrato arsenale a 40enne catanese$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Un vero e proprio arsenale è stato ritrovato nell’abitazione di un uomo di 40 anni ritenuto vicino ad elementi di spicco della criminalità organizzata catanese. Si tratta di Alfio Pantalena, arrestato a Catania dalla polizia perché trovato in possesso di armi con la matricola cancellata, munizioni e un furgone rubato.
Bufera sul giudice Saguto, insulti ai figli di Borsellino$
Web
di Carlo Galati (Twitter: @carlogalati)
''Manfredi Borsellino è uno squilibrato, lo è sempre stato, lo era pure quando era piccolo'', ''Lucia Borsellino è cretina precisa''. Sono le parole del giudice Silvana Saguto, rivolte ai figli di Paolo Borsellino, indagata nell'inchiesta nissena sulla gestione dei beni sequestrati alla mafia, intercettate nell'ambito dell'indagine e pubblicate oggi dal quotidiano La Repubblica.
Incidente sulla Messina-Palermo: vittima un barcellonese$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Felice Galdino, 40 anni, è rimasto vittima di un incidente stradale accaduto ieri sera sulla A20 Messina-Palermo, mentre rientrava a Barcellona Pozzo di Gotto. Intorno alle 22.30, prima della galleria Telegrafo, il barcellonese ha perso il controllo del suo Nissan Terrano, schiantandosi contro le barriere protettive a destra della corsia di marcia. Molto probabilmente si è trattato di un colpo di sonno.
Violenze sessuali sulla figlia, arrestato 45enne mazarese$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un uomo di 45 anni di Mazara del Vallo (Tp) è stato arrestato dalla polizia per violenza sessuale aggravata e continuata nei confronti della figlia minorenne. L'uomo, che è ai domiciliari in esecuzione di una ordinanza emessa dal gip di Marsala, avrebbe violentato per anni la figlia, sin da quando aveva 11 anni. E' stata la vittima nel 2014 a denunciare il genitore agli agenti del Commissariato mazarese raccontando che l'uomo la minacciava per farla tacere sui rapporti sessuali.
Messina, cartella esattoriale da 29 milioni fa tremare il comune$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Una cartella esattoriale da 29 milioni di euro rischia di far fallire il comune di Messina. L’Agenzia delle Entrate ha recapitato la cartella negli uffici della ragioneria martedì mattina. L’enorme debito verso lo Stato e altri creditori è di Messinambiente, la società di smaltimento di rifiuti della quale il Comune è il maggiore azionista.
Catania, scoperto deposito di moto rubate$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Moto di grossa cilindrata, scooter di ultima generazione e motorini rubati sono stati scoperti dalla polizia a Catania, durante un controllo straordinario del territorio. Il deposito con 27 mezzi rubati, alcuni già imballati: l’ipotesi investigativa seguita dagli inquirenti è che i motocicli dopo essere stati imballati e nascosti all’interno di alcuni container con dei grossi colli contenenti masserizie di vario genere, sarebbero a breve stati spediti in Africa per essere rivenduti.
Scontri per Casertana-Catania: sei arresti$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Un colpo di pistola sparato in aria da un poliziotto per disperdere un gruppo di tifosi del Catania pronti allo scontro, sei supporter della Casertana denunciati per possesso di spranghe di plastica e ferro, tentativi di aggressione contro avversari e polizia con veri e propri agguati: è il bilancio della partita di Lega Pro tra Casertana e Catania, giocata ieri sera nello stadio Pinto di Caserta.
Mafia, arrestate tre persone appartenenti al clan Mazzei$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Tre persone sono state arrestate dai carabinieri di Catania con l’accusa di estorsione e rapina aggravati dal metodo mafioso perché appartenenti al clan Mazzei. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa dal Tribunale di Catania su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia etnea.
Misterbianco, poliziotto non inservizio arresta due malviventi dopo rapina$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Hanno rapinato armi in pugno un negozio a Misterbianco, vicino Catania. Per questo la Polizia di Stato ha arrestato due persone di 27 e 22 anni. Proprio mentre era in corso il colpo, un dipendente della Squadra Mobile, non in servizio e disarmato, era appena uscito dall'esercizio in compagnia della moglie e dei figli e stava sistemando in auto la spesa. Notata la scena, l'agente ha cercato di fermare uno dei due malviventi, innescando una violenta colluttazione nel corso della quale il poliziotto è riuscito a togliere il passamontagna al rapinatore armato.
Advertisement
Advertisement