Vittoria, si lancia dalla finestra della scuola: muore 19enne$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Uno studente di 19 anni di un liceo di Vittoria, nel Ragusano, si è suicidato, per cause in corso di accertamento, lanciandosi dal secondo piano dell'istituto. Il giovane è morto nell'ospedale Guzzardi poco dopo il ricovero. Indagini sono state svolte da carabinieri del nucleo operativo e della stazione di Vittoria, intervenuti dopo una segnalazione al 112. Il sostituto procuratore di Ragusa, Francesco Puleio, al termine delle operazioni e dell'ispezione cadaverica, ha disposto la restituzione della salma ai familiari.
Caso Loris, emergono i dettagli della deposizione della madre$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Emergono particolari agghiaccianti dalla deposizione resa da Veronica ai magistrati della Procura di Ragusa. La donna racconta di come trovò Loris, dopo l'incidente che secondo lei ne avrebbe causato la morte. "Sono pronto ad accettare qualunque verità". Lo ha detto Davide Stival, padre di Loris, in merito all'udienza davanti al Gup di Ragusa che dovrà decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio di Veronica Panarello per omicidio volontario aggravato e occultamento di cadavere.
Omicidio Giordana, resta in carcere l'omicida$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Resta in carcere Luca Priolo, il 24enne che il 6 ottobre scorso ha ucciso con 42 colpi di coltello la sua ex convivente, Giordana Di Stefano, di 20 anni, dalla quale aveva avuto una bambina di 4 anni. Lo ha deciso il Tribunale del riesame di Catania che ha rigettato la richiesta dei suoi legali, gli avvocati Sergio Di Mariano e Gaetano Agosta, di affidare il giovane, in regime di arresti domiciliari, alla comunità Exodus di don Mazzi.
Claudio Fava all'Ars:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
“Non mi stupisce che la Sicilia possa essere considerata fuori dal rischio di infiltrazioni dell’Isis per la presenza della mafia”. A dirlo è il vice presidente della commissione nazionale Antimafia Claudio Fava, a margine della sua audizione in commissione antimafia dell’Ars, parlando del rischio terrorismo in Italia.
Dieci anni di carcere al buttafuori che uccise giovane in discoteca$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il Tribunale dei Minori ha condannato a dieci anni di reclusione (scontati di un terzo per il rito abbreviato) il giovane di 18 anni che avrebbe ucciso Aldo Naro, il giovane medico di 24 anni morto il 14 febbraio scorso nella discoteca Goa di Palermo durante una festa in maschera. L' imputato aveva 17 anni quando avvenne la rissa e faceva il buttafuori, dopo essere stato reclutato nel quartiere dello Zen. Venne arrestato quattro giorni dopo il delitto.
Maxi operazione antigroda a Catania: cinque arresti$
Web
di Carlo Galati (Twitter: @carlogalati)
Cinque persone in manette per associazione a delinquere finalizzata al traffico di droga. Si è conclusa così a Catania l’operazione denominata Ticket condotta dagli agenti della Polizia di Stato che hanno eseguito le ordinanze su delega della procura di Catania.
Caso Loris:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Sussistono "gravi indizi di colpevolezza" nei confronti di Veronica Panarello, accusata dell'omicidio del figlio di 8 anni Loris, trovato morto il 29 novembre 2014. Per questo la donna deve rimanere in carcere. Lo ha evidenziato la Cassazione nello spiegare il perché, lo scorso maggio, ha bocciato il ricorso presentato dai legali della Panarello.
Carini, 38enne uccide il padre a coltellate$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Una donna di Carini, Stefania Bologna, ha ucciso il padre Francesco a coltellate. Si trova nella caserma dei carabinieri del paese in stato di fermo. L'indagine è coordinata dal pm Piero Padova. La donna fermata avrebbe 38 anni, il padre 70. Il delitto sarebbe avvenuto nell'abitazione della vittima, in corso Garibaldi.
Mafia, quattro arresti nel clan di Messina Denaro$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Quattro esponenti di Cosa Nostra sono stati arrestati con l'accusa di rapina e ricettazione, reati aggravati dalle finalità mafiose, un'operazione - compiuta dai carabinieri del Ros e dal comando provinciale di Trapani - finalizzata alla cattura del boss Matteo Messina Denaro, quinto latitante più ricercato al mondo.
A19, aperta la bretella di collegamento: Catania e Palermo di nuovo collegate$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Sull'autostrada A19 Palermo-Catania è stata aperta stamane, in entrambe le direzioni, la bretella di collegamento sul viadotto Himera, chiuso lo scorso aprile dopo il cedimento di alcuni piloni. Un bypass permette di ricollegare la direttrice Palermo-Catania. Presenti alla riapertura Marco Guardabassi, commissario per l'emergenza Himera; Fabrizio Curcio, capo della Protezione civile; il governatore Rosario Crocetta, Gianni Vittorio Armani, presidente dell'Anas e il ministro Graziano Delrio.
Advertisement
Advertisement