Lutto per il Presidente Mattarella: morta la sorella Caterina$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
È morta a Trapani la sorella maggiore del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, Caterina, 81 anni, colpita da ictus, domenica, mentre era in vacanza e poi ricoverata in gravissime condizioni nella Rianimazione dell'ospedale Sant'Antonio Abate. Ieri il Capo dello Stato era andato in ospedale a farle visita.
Il procuratore Salvi: "Pulvirenti ha ammesso di aver comprato le partite"$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il procuratore Giovanni Salvi ha infatti riferito che, nel corso di un lungo interrogatorio, l’ex presidente del Catania ha ammesso di aver comprato le cinque partite oggetto dell’inchiesta, a partite da Varese-Catania, pagando centomila euro per ogni match. Ritrattata dunque la posizione resa nota martedì 23 dopo la custodia cautelare, quando attraverso il proprio legale Avv. Grasso si era dichiarato estraneo ai fatti contestati e convinto di dimostrare la propria innocenza.
Caos Catania: Cosentino si dichiara estraneo alle combine e si dimette$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Nell’ambito degli interrogatori di garanzia relativi all’operazione “I treni del gol” della procura di Catania, stamattina sono stati convocati al Tribunale di Catania tre indagati: Antonino Pulvirenti, Pablo Cosentino e Gianluca Impellizzeri. Cosentino ha dichiarato al gip di essere estraneo alle combine e di non sapere nulla rispetto a quanto è emerso dal lavoro della procura: “se lo avessi fatto sarei stato un folle, se lo ha fatto Pulvirenti è un folle lui”.
Catania, rapina al lungomare: tre arresti a Librino$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Nel corso della notte la polizia di Catania ha fermato tre pregiudicati dopo una segnalazione anonima relativa a un tentativo di rapina appena avvenuto sul lungomare, ai danni di un passante. Tre giovani armati e con il volto coperto erano fuggiti a bordo di una Fiat Panda di colore rosso in direzione Ognina.
La giunta siciliana perde pezzi: si dimette anche Caleca$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
“Continuo a sognare una politica nuova, pulita e trasparente”: inizia così la lettera scritta da Nino Caleca, assessore regionale all’Agricoltura, che ha rassegnato le dimissioni. “Per la Sicilia non ci rinuncio – scrive Caleca – avverto un totale senso di estraneità di fronte ad incomprensibili ritorni al passato. Le mie dimissioni sono irrevocabili e con effetto immediato. Presidente, ti voglio bene”.
Evidente il riferimento alla nomina di Giovanni Pistorio in quota Udc.
Agrigento, due sorelline rischiano di annegare ma vengono salvate$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Si è sfiorata la tragedia presso la spiaggia dinnanzi il locale ‘Acquaselz’ di San Leone, ad Agrigento: due bambine infatti, di 6 e 9 anni, hanno rischiato di annegare dopo essersi spinte troppo avanti con il loro materassino e dopo che la corrente impediva loro di raggiungere nuovamente la riva. Un poliziotto libero dal servizio e il titolare di un locale sulla spiaggia hanno evitato il peggio.
Caos Catania: sequestrato libro contabile con tutti i pagamenti $
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Si arricchisce di nuovi particolari l’inchiesta sulla compravendita di partite del Catania Calcio che ieri ha portato all’arresto di sette persone, tra le quali il presidente del club, Nino Pulvirenti. Centomila euro in contanti sono stati sequestrati dalla Digos di Catania. La somma era nella disponibilità di uno degli arrestati, Giovanni Luca Impellizzeri, ritenuto il finanziatore di Pulvirenti nella corruzione dei calciatori. Lunedì gli interrogatori degli inquisiti.
Guerra Santapaola-Ercolano, arrestato uno dei sicari$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Dario Caruana di 37 anni è stato arrestato dalla polizia su ordine di custodia cautelare in carcere firmata dal gip del tribunale per l'omicidio di Salvatore Di Pasquale, 35 anni, detto 'Giorgio Armani', ucciso a Catania il 29 aprile del 2004 in un pub in via Galermo. L'agguato secondo gli inquirenti si inquadra in una faida interna alla cosca mafiosa Santapaola-Ercolano.
La Camera
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il Governo salva il sottosegretario alle Politiche agricole di Ncd, Giuseppe Castiglione, esprimendo parere contrario su tutte le mozioni di censura nei suoi confronti. Ad esprimere in Aula il parere è stato il sottosegretario alla Presidenza Ivan Scalfarotto, dopo una riunione con il gruppo del Pd.
Palermo, il movente dell'assassino del benzinaio:
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Gli investigatori della squadra mobile hanno fermato un uomo, di cui non è stata resa nota l'identità, che ha confessato di essere il responsabile dell'omicidio di Nicola Lombardo, il benzinaio di 44 anni ucciso sabato pomeriggio presso il distributore di piazza Lolli a Palermo. L'omicidio sarebbe stato originato da una lite sul prezzo del carburante dopo il pieno. Il Pm Ennio Petrigni, che ha condotto l'interrogatorio in questura dell'indiziato, ha contestato l'aggravante dei futili motivi.
Advertisement
Advertisement