Summit mafioso in cella frigo per evitare microspie$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Per evitare di essere intercettati i boss mafiosi trapanesi si riunivano per pochi minuti nella cella frigorifera del fruttivendolo Filippo Cracchiolo. Ma si sbagliavano. Ecco perchè l'operazione della polizia e della Dia trapanese è stata denominata Freezer. L'inchiesta scaturisce dall'indagine "Crimiso", del 2012.
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Potrebbe fuggire" o "tornare a commettere un delitto della stessa specie per cui si procede". Per questo resta in carcere Veronica Panarello, condannata a 30 anni di reclusione, in primo grado, con l'accusa di avere ucciso, il 29 novembre 2014, il figlio Loris, di 8 anni, nella loro abitazione di Santa Croce Camerina, e di averne poi occultato il cadavere. Lo scrive il Gup Andrea Reale nerl rigettare la richiesta di arresti domiciliari avanzata dall' avvocato Francesco Villardita, ritenendo che "permangono i pericoli di fuga e di reiterazione del reato".
Incendio su un traghetto al porto di Palermo, nessun ferito$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un incendio è divampato nella sala macchine del traghetto Snav Toscana, nel porto di Palermo. Sul posto numerose squadre dei vigili del fuoco. Nelle operazioni di spegnimento impegnati anche gli uomini della Capitaneria di Porto, i carabinieri e la polizia. Il rogo - rende noto la compagnia - è sotto controllo. I 113 passeggeri e i 75 membri dell'equipaggio presenti a bordo sono tutti in salvo e incolumi.
Palermo, padre uccide il figlio dopo una lite$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Omicidio, nel pomeriggio, nel palermitano. Un delitto maturato tra le mura domestiche. Giuseppe Alù, 41 anni, è stato ucciso, secondo i primi accertamenti, dal padre Antonino, di 61 anni, che ora è indagato per omicidio. L'uomo è stato strangolato con una corda al termine di una lite familiare questo pomeriggio ad Alimena. La rissa sarebbe scoppiata per motivi di natura economica.
Catania, chiama la Polizia per denunciare ma finisce denunciato$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Nelle prime ore del mattino le volanti della polizia catanese sono intervenute in piazza Stesicoro dove un giovane chiedeva aiuto asserendo di essere seguito da una persona armata. Gli agenti hanno accertato l’infondatezza della segnalazione del ventisettenne M. D., in evidente stato di agitazione per ebbrezza e per la probabile assunzione di sostanze stupefacenti. Il giovane ha accusato un forte malessere ed è stato trasportato in ambulanza all’ospedale Garibaldi.
Incendiati quattro Tir a Vittoria, grave un autista$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un incendio di natura dolosa è stato appiccato in nottata a quattro articolati parcheggiati all'interno dell'area del Consorzio Caair, in prossimità del mercato del mercato ortofrutticolo di Vittoria, il più grande per volume d'affari del Meridione. All'interno della cabina di uno degli autocarri vi era l'autista che ora versa in gravi condizioni nell'Ospedale Cannizzaro di Catania, dove è stato trasferito in elisoccorso. L'uomo è stato ricoverato in Rianimazione con ustioni di secondo e terzo grado sul 15% del corpo e una prognosi di 30 giorni.
Catania, scatta l'ora delle multe per i rifiuti non conformi$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
I vigili urbani di Catania nell'ambito dei controlli sulla raccolta differenziata dei rifiuti, hanno multato per 165 euro ciascuno tre esercizi commerciali di via Martino Cilestri e di via Federico De Roberto per l'errato conferimento. Nel caso infatti che i sacchetti non seguano le regole, le squadre dei netturbini appongono su ognuno una targhetta rossa sulla quale c'è scritto "Rifiuto non conforme" e lasciano tutto sul luogo in attesa che poi vengano rimossi dalle squadre della raccolta indifferenziata. Nel contempo arrivano i vigili urbani che provvedono a impartire le multe.
Bimbo sbranato dai cani, condannata la madre$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Condanna a diciotto mesi, pena sospesa e non menzione: è il patteggiamento accettato dal Gup di Catania, Francesca Cercone, per l'inchiesta sulla morte del bimbo di 18 mesi sbranato il 16 agosto 2016 nella villa dei genitori a Mascalucia da uno dei due doghi argentini di famiglia. Imputata è la madre, 34 anni, che aveva il figlio accanto quando è avvenuta la tragedia, indagata per omicidio colposo.
Fiumefreddo denuncia:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Abbiamo segnalato all'Anac la irregolarità di tutti gli appalti siciliani". Lo ha detto l'amministratore unico di Riscossione Sicilia, Antonio Fiumefreddo, in Commissione parlamentare Antimafia. "In Sicilia gli appalti pubblici, qualunque sia la stazione appaltante, si tengono con autocertificazioni relative alla cosiddetta regolarità fiscale" in quanto non è "mai pervenuta l'istanza di regolarizzazione fiscale". Per questa ragione, "abbiamo segnalato la necessità di chiedere il certificato all'esattoria".
Operazione antimafia sui Nebrodi, nove i fermati$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Sarà presentata oggi al Gip di Catania la richiesta di convalida dei nove fermi eseguiti da carabinieri del Ros nell'ambito di un'operazione antimafia che avrebbe azzerato i vertici delle cosche di Cesarò (Messina) e Bronte coordinata dalla Dda della Procura etnea. Tra i destinatari del provvedimento anche i presunti capi dei due gruppi, Giovanni Pruiti e Salvatore Catania. L'udienza si dovrebbe tenere venerdì prossimo.
Advertisement
Advertisement