Acireale, doppia intimidazione a sindaco e deputato Ars$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Nuovo atto intimidatorio nei confronti del sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, al quale ieri notte è stata lievemente danneggiata un’altra auto con una bomba carta. Sempre ad Acireale una testa di capretto con il bossolo di un proiettile conficcato nell'osso è stata appesa al cancello della casa dove abita Nicola D'Agostino, deputato dell'Assemblea regionale siciliana attualmente iscritto al gruppo misto. " Il sindaco ha già ricevuto due avvertimenti, adesso anche io, ma non ci fermiamo", ha commentato D'Agostino.
Catania, la questura comunica:
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Una complessiva diminuzione dei reati consumati in provincia di Catania, che da 5.429 del primo semestre del 2014 sono scesi a 5.205 nel secondo semestre del 2014. È il dato più importante emerso dall'analisi dei dati statistici relativi agli ultimi tre mesi di attività della Questura del capoluogo etneo, che per gli investigatori conferma la "crescita del trend sicurezza nella provincia di Catania".
Lentini, procura apre inchiesta dopo morte neonata$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
La Procura di Siracusa ha aperto un'inchiesta in seguito alla morta di una neonata di Lentini. La piccola è deceduta martedì scorso all'ospedale Garibaldi di Catania dove era stata trasportata d'urgenza subito dopo il parto avvenuto il 23 marzo scorso all'ospedale di Lentini.
Sequestrato il Muos di Niscemi:
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
La procura di Caltagirone ha ordinato il sequestro del Muos, ovvero l'impianto satellitare statunitense collocato nella riserva di Niscemi. Il provvedimento fa seguito alla decisione del Tar di Palermo che aveva accolto i ricorsi degli attivisti No-Muos contro la prosecuzione dei lavori di realizzazione dell'impianto americano. "Siamo entusiasti, la legge è dalla nostra parte", afferma Concetta Gualato, presidente del comitato Mamme no Muos.
Acicastello, uomo entra al municipio e minaccia il sindaco:
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Un uomo di 47 anni è stato arrestato ad Acicastello dopo che, probabilmente in preda all'alcol, è entrato in municipio e ha minacciato il sindaco di morte. E' accaduto ieri mattina ma è stato reso noto solamente oggi. L'uomo è entrato in municipio e dopo aver sfondato la porta dell'ufficio del sindaco, Filippo Drago, lo ha aggredito verbalmente con frasi come: "Taglierò la testa a te e tuo fratello se non sistemi la strada davanti casa mia".
Palagonia, dopo una lite spara al rivale col fucile$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Per vendicarsi di un pugno in viso ricevuto nei giorni scorsi al culmine di un diverbio con un automobilista 52enne, un giovane di 19 anni a Palagonia ha tentato di uccidere, sparandogli da un'auto alcuni colpi di fucile, il suo rivale, che ora è ricoverato in prognosi riservata nell'ospedale di Caltagirone con una grave ferita all'emitorace destro.
Catania, omicidio a Librino: ucciso pregiudicato$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un 46enne incensurato, Giovanni Di Bella, è stato ucciso con un colpo di pistola al torace al culmine di una lite nel popoloso rione Librino di Catania. L'uomo è deceduto durante il trasporto in ospedale. La sparatoria sarebbe avvenuta per futili motivi al numero 2 di via Castagnola. L'assassino ha esploso più colpi contro la vittima e uno solo l'ha centrato al torace, procurandogli un'emorragia letale. I carabinieri escludono che l'omicidio possa essere collegato con la criminalità organizzata.
Camusso a Catania:
Nino Russo
di Carlo Galati (Twitter: @carlogalati)
"Dall'evasione contributiva alle forme di caporalato, alle retribuzioni in nero e a quelle che vengono teoricamente date e poi richieste indietro: bisogna che su questo ci sia una legislazione vera che consideri il fatto che siamo di fronte non a delle cose marginali, ma a delle vere e proprie forme di estorsione nei confronti dei lavoratori''. Lo ha detto la segretaria della Cgil, Susanna Camusso, commentando con i giornalisti l'operazione dei carabinieri contro il caporalato nella provincia etnea sfociata in sette arresti.
Sigonella, interrotta corsa clandestina di cavalli: 4 arresti$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Una corsa di cavalli clandestina è stata bloccata nel Catanese, lungo la Strada Provinciale 104, dalla Polizia di Stato, che ha denunciato quattro persone per maltrattamento di animali. È avvenuto all'alba di ieri nei pressi della base di Sigonella. Circa 1.500 le persone arrivate per assistere alla gara.
Catania, rapina al supermercato: due arresti$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
La polizia di Stato di Catania ha fermato un ventenne e un 37enne per rapina aggravata in concorso. Secondo l'accusa sarebbero i due banditi che facendo irruzione in un supermercato nel rione Borgo avrebbero minacciato la cassiera facendosi consegnare 180 euro per poi fuggire su uno scooter che aveva la targa coperta. Agenti delle volanti dopo un immediato controllo in zona li hanno intercettati e bloccati, recuperando anche la refurtiva che è stata restituita al legittimo proprietario.
Advertisement
Advertisement