Catania, i sopravvissuti del naufragio raccontano:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Lo scafista che era al comando del barcone naufragato al largo della Libia, nel cercare di nascondersi e non farsi riconoscere, avrebbe pilotato con poca attenzione l'imbarcazione, che sarebbe entrata in collisione con mercantile King Jacob giunto in zona per prestare i soccorsi. Lo hanno raccontato i migranti sopravvissuti.
All'Unhcr i migranti hanno detto di essere partiti dalla Libia sabato mattina, attorno alle otto, e hanno sostenuto che a bordo c'erano circa 800 persone.
Palermo, arrestato autista/cassiere dei migranti$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
L’operazione di Polizia che ha smantellato una banda di trafficanti di migranti è continuata in queste ore con l’arresto di Kerebel Gutama Nahome. L’uomo è considerato il quindicesimo componente dell’organizzazione criminale straniera, ritenuta responsabile del flusso di immigrazione e permenanza clandestina nel nostro Paese riguardante centinai di cittadini extracomunitari, giunti in questi ultimi mesi nelle coste siciliane.
Catania, incidente fra tre auto, morto 54enne$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Incidente mortale all'alba a Catania. A perdere la vita è stato un automobilista di 54 anni rimasto coinvolto nello scontro fra tre auto all'altezza del passaggio a livello di Bicocca. Lungo la strada che porta al Maas, il mercato ortofrutticolo e lungo la bretella di accesso alla Tangenziale di Catania, si sono registrate code lunghe fino a 10 chilometri. Sul posto sono intervenuti i vigili urbani di Catania per ricostruire la dinamica dell'incidente e la Polstrada per regolarizzare il traffico.
Procuratore Salvi:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il numero delle vittime del naufragio al largo della Libia "è una cifra da prendere con cautela" perché riferita da testimoni che "non hanno fatto verifiche, uno ha detto che erano 950 altri 700", lo dice il Procuratore capo di Catania, Giovanni Salvi, che spiega anche come sia difficile capire la dinamica del naufragio. Alla domanda di una giornalista sulle differenze tra Mare Nostrum e Frontex risponde: "Mare Nostrum più efficace".
Tragedia del mare, un sopravvissuto:
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
"A bordo eravamo 950, c'erano 40-50 bambini e circa 200 donne". Lo ha riferito alla procura di Catania un sopravvissuto al naufragio in cui si temono oltre 700 morti avvenuto al largo della Libia. L'uomo, originario del Bangladesh, è stato portato in ospedale. "Molti migranti sono stati chiusi nei livelli inferiori della barca". Alla partenza, "i trafficanti hanno chiuso i portelloni impedendogli di uscire", ha aggiunto.
Renzi in conferenza stampa:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Quello che avviene in queste ore nel Mediterraneo è molto più di un naufragio: siamo in presenza di un grave momento di crisi umanitaria che va affrontato come tale". Così il premier Matteo Renzi in conferenza stampa con il primo ministro di Malta Joseph Muscat. L'emergenza nel Mediterraneo "va affrontata e gestita sulla base del diritto umanitario, che richiede risposta solida da parte di tutta la comunità internazionale", ha continuato Renzi.
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
"La condanna a morte del pm Di Matteo la volevano sia Cosa nostra che i servizi segreti, perché stava arrivando a svelare alcuni rapporti di potenti, proprio come il giudice Falcone nel '92". Lo ha detto il pentito di mafia Carmelo D'Amico, deponendo al processo per la trattativa tra Stato e mafia. Collegato in videoconferenza il collaboratore sostiene di avere appreso del progetto di morte del magistrato da Antonino Rotolo, mentre erano detenuti in carcere dal "2012 al 2014".
Sbarchi in Sicilia: accolti 11mila migranti nell'ultima settimana$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Sono stati oltre 11mila i migranti soccorsi nel Canale di Sicilia nell'ultima settimana dalla Guardia Costiera e del dispositivo Frontex. Giovedì sono stati raggiunti a ridosso delle acque libiche 4 gommoni e un barcone carichi di persone. Gli interventi, ai quali hanno partecipato anche la Marina Militare e la Guardia di Finanza e due mercantili, hanno consentito di portare in salvo 574 persone. La Cei attacca: "L'Europa si gira dall'altra parte"
Marina Militare porta in salvo peschereccio sequestrato dai libici$
Web
di Carlo Galati (Twitter: @siciliatoday)
Il peschereccio italiano ‘Airone’ sequestrato nelle ore scorse in acque libiche con sette marittimi a bordo è sfuggito al controllo dei sequestratori libici, anche grazie all’intervento della Marina militare ed è riuscito a invertire la rotta e a fare ritorno verso l’Italia.
Secondo notizie apprese via radio, uno o due libici sarebbero saliti a bordo del motopesca per una perquisizione ma l’equipaggio si sarebbe ribellato rinchiudendoli nella stiva.
Rimorchiatore Asso 21 sbarcato a Catania$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
È arrivato nel porto di Catania il rimorchiatore privato italiano Asso 21 con a bordo numerosi migranti soccorsi mentre erano su un barcone al largo delle coste della Libia. Concluse le operazioni di soccorso, una motovedetta libica, che nell’ avvicinamento avrebbe sparato colpi in aria a scopo intimidatorio verso il mezzo italiano, ha preso il barcone svuotato rimorchiandolo verso terra.
Advertisement
Advertisement