Rimorchiatore Asso 21 sbarcato a Catania$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
È arrivato nel porto di Catania il rimorchiatore privato italiano Asso 21 con a bordo numerosi migranti soccorsi mentre erano su un barcone al largo delle coste della Libia. Concluse le operazioni di soccorso, una motovedetta libica, che nell’ avvicinamento avrebbe sparato colpi in aria a scopo intimidatorio verso il mezzo italiano, ha preso il barcone svuotato rimorchiandolo verso terra.
Mafia, arrestato Sebastiano Laudani$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Nella tarda serata di ieri la Polizia di Catania ha arrestato il 32enne Sebastiano Laudani, colpito da ordine di esecuzione per la carcerazione, dovendo espiare la pena di anni 12 e mesi 4 di reclusione per asociazione mafiosa. Laudani è ritenuto elemento di spicco dell'omonima cosca mafiosa.
Palermo, scuole chiuse per ristrutturazione: 200 bambini in classi pollaio$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Per alcuni giorni i bambini hanno respirato polveri e fumi di vernice, fino a quando alcuni genitori hanno presentato formale denuncia ai carabinieri e così la dirigente scolastica ha deciso di chiudere l'istituto. Da tre giorni 200 bambini che frequentano asilo ed elementari nelle scuola 'Titone' e 'Sunseri' a Palermo sono stati trasferiti in blocco nella struttura centrale, la Ragusa Moleti, a pochi metri dai due plessi. Risultato? Bimbi dai 3 ai 5 anni ammassati in classi-pollaio.
Del Rio in visita sulla A19:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Purtroppo bisognerà demolire entrambe le carreggiate e non una come si ipotizzava inizialmente". Così il ministro per le infrastrutture, Graziano Delrio, dopo il primo sopralluogo sul ponte Himera, lungo l'autostrada A19 Palermo-Catania, dove hanno ceduto due piloni, colpiti da una frana staccatasi dalla collina adiacente.
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Bruno Contrada non doveva essere condannato per concorso esterno in associazione mafiosa perché, all'epoca dei fatti (1979-1988), il reato non "era sufficientemente chiaro". Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti umani. Lo Stato italiano deve versare all'ex numero due del Sisde 10 mila euro per danni morali. ''Ventitre anni di vita devastati non potrà restituirmeli nessuno. Così come i 10 anni trascorsi in carcere''. E' il primo commento di Bruno Contrada.
Starge del rapido 904, assolto Riina$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Toto Riina è stato assolto dall’accusa di essere il mandante della strage del Rapido 904 del 23 marzo 1984 che causò 16 morti. La sentenza è stata letta dal presidente della corte d’assise di Firenze Ettore Nicotra. Riina, che ha seguito il processo il collegamento video, aveva deciso di non assistere alla lettura della sentenza. Non è stata dunque accolta la richiesta avanzata dal pm Angela Pietroiusti che concludendo la sua requisitoria al processo davanti alla Corte d’Assise di Firenze aveva chiesto l’ergastolo per il boss.
A19: le possibili soluzioni per raggiungere Catania e Palermo$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Tutte le soluzioni per raggiungere Catania e Palermo dopo il cedimento del pilone sulla A19.
Crollo pilone A19, Bianco:
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
«Domani stesso chiederò ai vertici di Ryanair di istituire, per il periodo in cui la nostra Isola continuerà a rimanere spezzata in due, un collegamento aereo tra le due maggiori città siciliane». Parola di Enzo Bianco, sindaco di Catania. «Dobbiamo far subito qualcosa per ricucire quest'isola spezzata in due creando tra Catania e Palermo collegamenti in treno e in aereo».
Palermo, bruciano cumulo di rifiuti e danno fuoco a clochard$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Hanno bruciato un cumulo di rifiuti ma senza saperlo hanno dato fuoco anche ad un clochard che dormiva proprio lì vicino. L’uomo è rimasto gravemente ustionato dal rogo scatenato in via Trieste a Palermo da un gruppo di persone. Il clochard, 62 anni, è stato soccorso dal 118 e ricoverato al Centro grandi ustioni dell’Ospedale Civico in gravi condizioni.
Tragedia del mare al largo della Libia; nove i cadaveri recuperati$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Ancora un dramma dell'immigrazione. Sono nove i cadaveri recuperati dalla Guardia costiera italiana a circa 80 miglia dalle coste della Libia, nell'area dove si è capovolto un barcone carico di migranti diretto verso il nostro Paese. Sono state salvate 144 persone. Alle ricerche di eventuali dispersi ha partecipato anche un aereo Atr 42 della Guardia costiera.
Advertisement
Advertisement