Crocetta assente alla celebrazione per Falcone$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, non ha partecipato alle celebrazioni per l'anniversario della strage di Capaci. Il governatore, indagato per concorso in corruzione nell'inchiesta della Procura di Palermo che ha portato in carcere l'armatore Ettore Morace e alle dimissioni di Simona Vicari (indagata per corruzione) da sottosegretario alle Infrastrutture, ha delegato il suo vice, Mariella Lo Bello, a presenziare all'iniziativa nell'aula bunker. Una scelta quella di Crocetta dettata per non creare polemiche.
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Secondo sopralluogo nell'ospedale di Taormina da parte del servizio di sicurezza e medico del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Dopo avere dato parere positivo la prima volta, sono tornati al 'San Vincenzo' per accertare se la struttura di contrada Sirina sia in grado di fare fronte a pazienti che possono avere subito traumi violenti. "Siamo pronti a questa eventualità", ha spiegato loro il direttore sanitario dell'Azienda sanitaria provinciale, Gaetano Sirna.
Inchiesta Trapani, indagato anche Franza$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
L'armatore messinese Vincenzo Franza è indagato, col presidente della società Navigazione generale italiana spa Giuseppe La Cava, per concorso in corruzione nell'ambito dell'inchiesta che ha portato all'arresto, tra gli altri, di Ettore Morace, titolare della compagnia di aliscafi Liberty Lines. La notizia pubblicata dalla Gazzetta del Sud è stata confermata in ambienti investigativi.
25 anni dopo Capaci, il via alle celebrazioni$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Cominceranno con l'arrivo al porto di Palermo della Nave della legalità, con a bordo circa mille studenti provenienti da tutta Italia, le celebrazioni per i 25 anni dalla strage di Capaci in cui morirono i magistrati Giovanni Falcone e Francesca Morvillo e tre agenti della polizia di Stato della scorta: Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro.
Palermo, boss Dainotti ucciso in strada $
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Giuseppe Dainotti, 67 anni, capomafia scarcerato nel 2014, è stato ucciso a colpi di pistola, in strada, a Palermo. Sarebbe stato affiancato da due killer, forse in moto, che gli avrebbero sparato in testa. La vittima era in bici, in via D'Ossuna, nel quartiere Zisa. A chiamare la polizia sono stati alcuni residenti della zona che hanno sentito i colpi di arma da fuoco.
Catania, coppia di anziani trovata morti in casa: ipotesi omicidio/suicidio$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
I corpi di un'anziana coppia sono stati trovati dalla polizia di Stato nella loro abitazione di Catania. Secondo i primi accertamenti, si ipotizza che sia stato un caso di omicidio-suicidio. L'uomo avrebbe sparato alla moglie con un'arma legalmente detenuta, e poi l'avrebbe rivolta contro se stesso, suicidandosi. Sul posto la squadra mobile della Questura, con il medico legale e il magistrato di turno in Procura.
Corruzione, indagato Crocetta. Sottosegretario Vicari si dimette$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Anche il governatore siciliano Rosario Crocetta risulta indagato nell'inchiesta che ha portato all'arresto dell'armatore Ettore Morace, amministratore della Liberty lines, del candidato sindaco a Trapani Girolamo Fazio e del consulente della Regione Giuseppe Montalto. Il presidente della Regione è accusato di concorso in corruzione e avrebbe ricevuto un avviso di garanzia notificato dai carabinieri.
Arrestato candidato sindaco di Trapani$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Tra gli arrestati dai carabinieri, in un'operazione anticorruzione coordinata dalla Procura di Palermo, c'è anche il deputato regionale Girolamo Fazio, ex esponente di Forza Italia, ora al Gruppo misto all'Ars. Fazio è candidato a sindaco di Trapani alle prossime amministrative.
Catania, fuga di gas blocca la città$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Una fuga di gas già bloccata ha provocato il caos alla circonvallazione di Catania, vicino a una clinica privata, che è rimasta operativa. Durante lavori di scavo per l'interramento di cavi di fibra ottica, in viale Lorenzo Bolano angolo via Sebastiano Catania, operai dell'impresa hanno accidentalmente danneggiato una tubazione di metano dell'azienda del gas di Catania, l'Asec, causando una consistente perdita di gas metano che si é disperso nella zona circostante e anche in prossimità della clinica.
Migranti, Msf incontra la procura di Trapani$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Non siamo stati contattati da nessuna procura. Abbiamo appreso da alcuni articoli di stampa delle accuse che sarebbero state mosse nei nostri confronti di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, ma in realtà nessun componente di Msf ha ricevuto un avviso di garanzia". Lo ha detto Franois Dumont, direttore del dipartimento Comunicazione di Medici Senza Frontiere Italia, a margine di un seminario sulle crisi umanitarie organizzato all'aula Falcone di Scienze Politiche, a Palermo.
Advertisement
Advertisement