Tragedia del mare, un sopravvissuto:
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
"A bordo eravamo 950, c'erano 40-50 bambini e circa 200 donne". Lo ha riferito alla procura di Catania un sopravvissuto al naufragio in cui si temono oltre 700 morti avvenuto al largo della Libia. L'uomo, originario del Bangladesh, è stato portato in ospedale. "Molti migranti sono stati chiusi nei livelli inferiori della barca". Alla partenza, "i trafficanti hanno chiuso i portelloni impedendogli di uscire", ha aggiunto.
Renzi in conferenza stampa:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Quello che avviene in queste ore nel Mediterraneo è molto più di un naufragio: siamo in presenza di un grave momento di crisi umanitaria che va affrontato come tale". Così il premier Matteo Renzi in conferenza stampa con il primo ministro di Malta Joseph Muscat. L'emergenza nel Mediterraneo "va affrontata e gestita sulla base del diritto umanitario, che richiede risposta solida da parte di tutta la comunità internazionale", ha continuato Renzi.
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
"La condanna a morte del pm Di Matteo la volevano sia Cosa nostra che i servizi segreti, perché stava arrivando a svelare alcuni rapporti di potenti, proprio come il giudice Falcone nel '92". Lo ha detto il pentito di mafia Carmelo D'Amico, deponendo al processo per la trattativa tra Stato e mafia. Collegato in videoconferenza il collaboratore sostiene di avere appreso del progetto di morte del magistrato da Antonino Rotolo, mentre erano detenuti in carcere dal "2012 al 2014".
Sbarchi in Sicilia: accolti 11mila migranti nell'ultima settimana$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Sono stati oltre 11mila i migranti soccorsi nel Canale di Sicilia nell'ultima settimana dalla Guardia Costiera e del dispositivo Frontex. Giovedì sono stati raggiunti a ridosso delle acque libiche 4 gommoni e un barcone carichi di persone. Gli interventi, ai quali hanno partecipato anche la Marina Militare e la Guardia di Finanza e due mercantili, hanno consentito di portare in salvo 574 persone. La Cei attacca: "L'Europa si gira dall'altra parte"
Marina Militare porta in salvo peschereccio sequestrato dai libici$
Web
di Carlo Galati (Twitter: @siciliatoday)
Il peschereccio italiano ‘Airone’ sequestrato nelle ore scorse in acque libiche con sette marittimi a bordo è sfuggito al controllo dei sequestratori libici, anche grazie all’intervento della Marina militare ed è riuscito a invertire la rotta e a fare ritorno verso l’Italia.
Secondo notizie apprese via radio, uno o due libici sarebbero saliti a bordo del motopesca per una perquisizione ma l’equipaggio si sarebbe ribellato rinchiudendoli nella stiva.
Rimorchiatore Asso 21 sbarcato a Catania$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
È arrivato nel porto di Catania il rimorchiatore privato italiano Asso 21 con a bordo numerosi migranti soccorsi mentre erano su un barcone al largo delle coste della Libia. Concluse le operazioni di soccorso, una motovedetta libica, che nell’ avvicinamento avrebbe sparato colpi in aria a scopo intimidatorio verso il mezzo italiano, ha preso il barcone svuotato rimorchiandolo verso terra.
Mafia, arrestato Sebastiano Laudani$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Nella tarda serata di ieri la Polizia di Catania ha arrestato il 32enne Sebastiano Laudani, colpito da ordine di esecuzione per la carcerazione, dovendo espiare la pena di anni 12 e mesi 4 di reclusione per asociazione mafiosa. Laudani è ritenuto elemento di spicco dell'omonima cosca mafiosa.
Palermo, scuole chiuse per ristrutturazione: 200 bambini in classi pollaio$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Per alcuni giorni i bambini hanno respirato polveri e fumi di vernice, fino a quando alcuni genitori hanno presentato formale denuncia ai carabinieri e così la dirigente scolastica ha deciso di chiudere l'istituto. Da tre giorni 200 bambini che frequentano asilo ed elementari nelle scuola 'Titone' e 'Sunseri' a Palermo sono stati trasferiti in blocco nella struttura centrale, la Ragusa Moleti, a pochi metri dai due plessi. Risultato? Bimbi dai 3 ai 5 anni ammassati in classi-pollaio.
Del Rio in visita sulla A19:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Purtroppo bisognerà demolire entrambe le carreggiate e non una come si ipotizzava inizialmente". Così il ministro per le infrastrutture, Graziano Delrio, dopo il primo sopralluogo sul ponte Himera, lungo l'autostrada A19 Palermo-Catania, dove hanno ceduto due piloni, colpiti da una frana staccatasi dalla collina adiacente.
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Bruno Contrada non doveva essere condannato per concorso esterno in associazione mafiosa perché, all'epoca dei fatti (1979-1988), il reato non "era sufficientemente chiaro". Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti umani. Lo Stato italiano deve versare all'ex numero due del Sisde 10 mila euro per danni morali. ''Ventitre anni di vita devastati non potrà restituirmeli nessuno. Così come i 10 anni trascorsi in carcere''. E' il primo commento di Bruno Contrada.
Advertisement
Advertisement