Acireale, colpisce vicino con una mazza e poi si barrica in casa$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un docente di filosofia di Genova di 47 anni è stato arrestato dai carabinieri a Guardia Mangano, frazione di Acireale (Ct) dopo che, al culmine di una lite per una servitù di passaggio, ha colpito alla testa con una mazza il vicino di casa, un pensionato di 67 anni. E' accaduto ieri sera in via Tonno.
Siracusa, incendio all'Umberto I: evacuati i pazienti$
web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un incendio è divampato nel reparto di Malattie infettive dell'ospedale Umberto I di Siracusa. Polizia e vigili del fuoco hanno messo in salvo i 16 pazienti che si trovavano ricoverati. L'ala dell'istituto interessata dalle fiamme è stata temporaneamente chiusa dagli inquirenti per le analisi di rito volte ad accertare le cause del rogo.
Spingono due migranti in moto da auto in corsa,
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il video mostra un giovane che si sporge dal finestrino di un auto a velocità e spinge due giovani che sono a bordo di una moto facendoli cadere a terra. Un gioco perverso per trascorrere il sabato sera. Le immagini stanno facendo il giro sui social network. A cadere due migranti, originari del Ghana, rispettivamente di 22 e 25 anni, che stavano percorrendo di sera via Elorina, zona sud di Siracusa. I due sono andati in ospedale e hanno denunciato l'episodio ai carabinieri.
Dottoressa subisce tentativo di stupro e riesce a scappare; arrestato aggressore$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Una dottoressa di turno per il servizio di continuità essenziale (l'ex guardia medica) di Graniti, nel Messinese, ha subito un tentativo di violenza sessuale mentre era di turno al lavoro. La donna si è ribellata, riuscendo a liberarsi e a chiamare i carabinieri che sono subito intervenuti sul posto e arrestato l'uomo. L'aggressione è avvenuta la sera del 14 maggio scorso, ma la notizia è stata resa nota oggi dal sindacato Snami.
Procura di Palermo chiede 4 anni di carcere per Miccoli$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
La procura di Palermo ha chiesto la condanna a quattro anni per estorsione aggravata dal metodo mafioso dell'ex capitano del Palermo, Fabrizio Miccoli. Inizialmente il pm Maurizio Bonaccorso aveva chiesto l' archiviazione del fascicolo, ma il Gip Fernando Sestito aveva disposto lo scorso novembre l'imputazione coatta per il calciatore pugliese.
Mafia, i Laudani garantiva appalti Lidl in Sicilia$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Polizia di Stato e Guardia di Finanza hanno eseguito 15 misure cautelari e due fermi tra la Lombardia e la Sicilia nell'ambito di una indagine contro le attività criminali della famiglia mafiosa catanese dei Laudani coordinata dalla Dda di Milano. In particolare, secondo quanto si è appreso, sono state poste in amministrazione giudiziaria quattro direzioni generali della società di grande distribuzione Lidl, cui afferiscono circa 200 punti vendita.
Stop a sbarchi in Sicilia durante G7$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Stop temporaneo agli sbarchi in Sicilia. Il divieto di attracco nell'isola, attivo fino 28 maggio in occasione del G7 di Taormina, per le navi che soccorrono i migranti "deriva dalla necessità di non gravare le forze di polizia impegnate nella sicurezza del vertice". Lo chiarisce il capo della Polizia, Franco Gabrielli che assicura come i soccorsi continueranno e le navi saranno indirizzate nei porti di altre regioni per la successiva distribuzione sul territorio nazionale.
G7, a Taormina contenitori rifiuti
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
E' stata avviato a Taormina un altro step per la sicurezza il vista del G7 del 26 e 27 maggio prossimi: operai di MessinAmbiente hanno sostituito i tradizionali cassonetti per contenitori realizzati per evitare il rischio attentati. Sono supporti che dovranno sorreggere buste di plastica trasparenti renderanno visibili il contenuto. Sono stati collocati nelle zone più 'sensibili' della città del Centauro, come ad esempio l'ingresso di Palazzo dei Giurati la sede del Municipio.
Peschereccio italiano sequestrato da miliziani libici$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il motopesca "Ghibli Primo", iscritto al Compartimento marittimo di Mazara del Vallo, è stato fermato questa mattina in acque internazionali antistanti la Libia. Era a circa 25 miglia nord nord-est dalla zona di Bomba, nell'area di Tobruk. Il natante, di proprietà della società mazarese "Lumifa, è stato affiancato da un'imbarcazione con a bordo miliziani libici armati che hanno intimato al comandante Faro Licavoli e agli altri sei membri dell'equipaggio (tre italiani e tre tunisini) di fermare l'attività di pesca e di seguirli.
Salvati 484 migranti dalla guardi costiera$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Sono 484 i migranti tratti in salvo, e sette i cadaveri recuperati, nella giornata di ieri nel Mediterraneo centrale durante quattro operazioni di soccorso coordinate dalla centrale operativa della Guardia costiera a Roma, del Ministero delle infrastrutture e trasporti. I sette morti erano tutti di sesso maschile.
Advertisement
Advertisement