Gel,a uccide la moglie: incastrato dopo 27 anni$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
I carabinieri e la procura di Gela ritengono di aver fatto luce, dopo 27 anni, sulla misteriosa scomparsa di una donna che il marito avrebbe ucciso, occultandone il cadavere, e spacciandone la sparizione come allontanamento volontario. Il presunto assassino, Vincenzo Scudera, 56 anni, che oggi vive a Pesaro, è stato arrestato su ordine del gip per omicidio premeditato e aggravato.
Provenzano, peggiorano condizioni di salute: chiesta alimentazione forzata$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Peggiorano le condizioni di salute del boss mafioso Bernardo Provenzano. I medici dell'ospedale San Paolo di Milano, in cui il capomafia detenuto al 41 bis è ricoverato, hanno chiesto al figlio Angelo, nominato amministratore di sostegno del padre, incapace di intendere e di volere, di esprimere il consenso alla peg, una tecnica di alimentazione forzata.
Crocetta rassicura: "Sulla situazione Eni, pieno appoggio del Governo"$
Web
di Gaetano Russo
"Dalla settimana prossima si apriranno due tavoli tecnici: uno sulla raffinazione in generale e uno specifico sulla Sicilia, è una cosa importante che abbiamo ottenuto oggi". Arrivano le prime notizie dal governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, al termine di un incontro al ministero dello Sviluppo Economico, sul futuro dello stabilimento di Gela.
Mare siciliano bocciato da Legambiente; a rischio 1 mld di fondi europei$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
"La Sicilia rischia di far tornare a Bruxelles oltre un miliardo di euro messi a disposizione per l'adeguamento della rete fognaria e degli impianti di depurazione". A lanciare l'allarme è il portavoce di Goletta Verde Serena Carpentieri, a margine della conferenza stampa di presentazione dei dati di Legambiente sullo stato di salute del mare siciliano.
Eni/Gela, nuove manifestazione di protesta$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un migliaio di persone, in auto, in moto, in bicicletta, hanno raggiunto, in contrada "Bulala" a Gela, il piazzale del più grande gasdotto del Mediterraneo, il GreenStream dell'Eni, che ogni anno porta 10 miliardi di metri cubi di metano destinato all'Europa. Un luogo simbolo in cui i consigli comunali di una decina di città dell'area gelese hanno deciso di riunirsi in seduta straordinaria per lanciare un appello al governo nazionale e alla stessa Eni di non chiudere la raffineria.
Badante seppelisce uomo e ne riscuote pensione per due anni$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
L'uomo, 87 anni, sarebbe morto nel novembre 2012 . La donna, una 50enne che lavorava come badante, lo ha seppellito in una campagna di Corleone per continuare a riscuotere la sua pensione.
Dia, sequestrati beni per tre milioni$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Gli uomini della Direzione Investigativa Antimafia di Catania hanno eseguito un decreto di sequestro di beni per un valore complessivo di circa tre milioni di euro nei confronti di Antonino Sciacca, di 63 anni, già condannato per il reato di associazione mafiosa. L'uomo è ritenuto inserito nel consesso malavitoso, che opera a Bronte e nei comuni limitrofi.
Alcamo, fermata la madre del bimbo morto per intossicazione da farmaci$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
E' stata fermata ad Alcamo, nel Trapanese, con l'accusa di omicidio volontario la madre del bimbo di 5 anni, morto dopo aver ingerito le medicine della donna. Inutile l'intervento di un'ambulanza del 118: per il piccolo non c'era stato nulla da fare. La donna, 33 anni, di origini messicane, era seguita dagli assistenti sociali.
Mafia, torna libero ex assessore Miceli$
Web
di Redazuione (Twitter: @siciliatoday)
Il tribunale di sorveglianza di Roma ha concesso l'affidamento in prova ai servizi sociali a Mimmo Miceli, ex assessore comunale alla Salute di Palermo, condannato a 6 anni e 6 mesi per concorso in associazione mafiosa e in carcere da un anno e sette mesi.
Petrolchimico di Gela, dall'indotto i primi licenziamenti$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Piovono i primi licenziamenti al petrolchimico di Gela, conseguenza diretta della mancanza di commesse di lavoro. Riguardano 15 dei 40 dipendenti della “Riva e Mariani”, un’impresa appaltatrice che opera nel settore della coibentazione e dell’isolamento termico di apparecchiature e tubazioni.
Advertisement
Advertisement