Due romeni fermati con in auto un kg di cocaina$
Web
di Redazione
Due romeni residenti a Vittoria (Ragusa) sono stati arrestati dalla polizia perché trasportavano in auto un chilo di cocaina purissima. La droga era nascosta nel cruscotto e il nascondiglio si apriva attraverso una combinazione da digitare sui tasti dell’autoradio. Gli arrestati sono un uomo e una donna, Bogdan Andrei Bilbie, 25 anni, e Oana Elena Troian, 22 anni, che erano stati fermati per un controllo sulla Statale 514, in territorio di Ragusa. Gli uomini della volante si sono insospettiti quando i due, che hanno detto di provenire da Catania, hanno riferito l’uno di essere andato a pesca e l’altra di aver fatto shopping.
Messina, sgominato comitato d'affari$
Web
di Redazione
La Dia di Messina ha eseguito diverse ordinanze di custodia cautelare nei confronti di politici messinesi, esponenti della criminalità locale, imprenditori e faccendieri. Contestualmente sono in corso sequestri di imprese e beni immobili per un valore di svariati milioni di euro. L'inchiesta, denominata 'Terzo livello', ha svelato l'esistenza di un comitato d'affari che per anni ha gestito la cosa pubblica nella città dello Stretto. L'operazione viene condotta dalla Dia di Messina insieme al centro operativo di Catania e ai centri e sezioni di Reggio Calabria, Palermo, Bari, Roma, Caltanissetta, Catanzaro e Agrigento.
Omicidio Scieri: un arresto dopo 19 anni$
Web
di Redazione
C'è un arresto, secondo quanto appreso, nell'ambito delle indagini sulla morte di Emanuele Scieri, il 26enne siracusano, parà di leva, trovato morto il 16 agosto di 19 anni fa nella caserma Gamerra di Pisa, centro di addestramento della Folgore. Concorso in omicidio: sarebbe questa l'accusa che ha portato all'esecuzione di una misura agli arresti domiciliari nell'ambito delle indagini sulla morte di Emanuele Scieri, il 26enne parà di leva trovato morto il 16 agosto 1989 nella caserma Gamerra a Pisa. Secondo quanto appreso, destinatario della misura sarebbe un ex commilitone di Scieri.
Belpasso, postino getta in grotta oltre 2000 lettere$
Web
di Redazione
Invece di consegnarle ai destinatari ha gettato oltre 2.000 lettere di corrispondenza inviata da istituti di credito, studi legali, compagnie assicurative e società di servizi a privati cittadini nella 'Grotta del Diamante' di Belpasso. A fare il ritrovamento escursionisti del Club alpino italiano (Cai), a rintracciare il postino infedele, un 21enne di una società di servizi, sono stati i carabinieri della compagnia di Paternò. A tradirlo i codice a barre e il palmare che trasferisce alla banca dati della sua società la tracciabilità della corrispondenza con "luogo, data e ora del recapito".
Catania, confiscati 32 milioni di euro di beni a Scarface siciliano$
Web
di Redazione
Beni per 32 milioni di euro, riconducibili a William Alfonso Cerbo, di 36, ritenuto elemento legato al clan Mazzei, 'famiglia' storicamente legata ai Corleonesi di Riina, sono stati confiscati dalla guardia di finanza di Catania. All'uomo è stata l’applicata anche la misura di prevenzione della sorveglianza speciale per tre anni
Messina, sequestrate 180 piante di cannabis $
Web
di Redazione
Una coltivazione con 180 piante di cannabis è stata rinvenuta e sequestrata dai carabinieri di Nicosia e dello squadrone eliportato cacciatori "Sicilia", in contrada Iazzo Vecchio nel comune di Centuripe (En). Arrestati due catanesi: Salvatore Massara di 34 anni e Francesco Palumbo, 27 anni. Il frutteto dove sono state trovate le piante si estende su un'area di circa 3500 mq, con un casolare apparentemente abbandonato dove veniva lavorata la marijuana.
Partinico, arrestato secondo aggressore del senegalese$
Web
di Redazione
E' stato identificato il secondo uomo che avrebbe aggredito il senegalese di 19 anni insultato e picchiato giovedì scorso a Partinico (Pa). Decisive per risalire sarebbero state le immagini delle videocamere che si trovavano nella piazza in cui è avvenuto l'episodio. Nei giorni scorsi era stato individuato un altro responsabile: Franco Bono, operaio, 34 anni. Sarebbe stato lui a insultare e picchiare il ragazzo. Il senegalese era fermo in bici davanti a un bar mentre l'operatore della comunità alloggio in cui è ospitato cercava un extracomunitario che non era rientrato nella struttura.
Sfruttavano migranti per lavoro nei campi: 8 indagati$
Web
di Redazione
Sfruttavano i minori stranieri non accompagnati ospiti della loro struttura, li reclutavano per farli lavorare a stipendi da fame in pizzerie o nei campi, a Borgetto, nel Palermitano. E' l'accusa contestata a otto indagati a cui la polizia ha notificato la misura dell'interdizione dall'esercizio di attività nel settore alberghiero e della ristorazione, nel settore delle attività agricole e dell'accoglienza dei minori. Alcuni ragazzi lavoravano nei campi per 12 euro al giorno.
Attaccata da decine di meduse, pallavolista salvata da bagnini$
Web
di Redazione
E' stata toccata e quindi ustionata da decine di meduse mentre nuotava a circa 250 metri dalla riva a Cannatello, rione balneare di Agrigento. Una pallavolista venticinquenne di Lucca, in vacanza con il fidanzato, è stata soccorsa dai bagnini Felice Amodio e Giuseppe Filippazzo della cooperativa "Ulisse" di Porto Empedocle (AG). La giovane è stata portata a riva e poi trasferita al pronto soccorso dell'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento dove è stata medicata.
Pullman lascia a terra tre donne africane, è polemica$
Web
di Redazione
Tre donne di colore stavano sistemando i bagagli nella stiva del pullman quando l'autista ha chiuso il portellone e la bussola ed è partito, lasciandole a terra. Inutili le proteste di un uomo di colore che era salito sul mezzo per mostrare al conducente i biglietti acquistati anche per le tre donne e di un dipendente che ha cercato di attirare l'attenzione del collega battendo la mano sul finestrino.
Advertisement
Advertisement