Rubavano alimentari dai Tir, 20 arresti$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
La Polizia di Stato di Catania ha eseguito 20 misure cautelari, emesse dalla competente Autorità giudiziaria. Le indagini condotte dalla Squadra Mobile della Questura di Catania hanno consentito di acquisire gravi elementi indiziari a carico di un gruppo di soggetti che, in concorso tra loro, si sono resi responsabili di numerosi furti di semirimorchi contenenti generi alimentari.
Tromba d'aria su Catania, numerosi danni e tanta paura$
Web
di Gaetano Russo
Una tromba d'aria ha investito stamane la zona di Ognina, a Catania, provocando danni ad abitazioni e la caduta di alberi. Sulla città piove da stamane. Sul posto sono intervenuti, con tre squadre, i vigili del fuoco. Non vi sarebbero feriti. La tromba d'aria ha anche danneggiato parte del tetto del centro fitness palestra "Virgin active" di Via Messina. Danni sono stati registrati anche ad Acireale, dove la tromba d'aria ha, tra l'altro, sradicato alcuni alberi e danneggiato abitazioni e automobili.
Omicidio in un bar a Catania, arrestato 52enne$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un uomo di 51 anni, Angelo Di Bella, è stato ferito mortalmente a coltellate la notte scorsa a Catania al culmine di una lite per futili motivi scoppiata in un bar di Via Playa tra due abituali frequentatori del locale. Una pattuglia di carabinieri in borghese che in quel momento stava transitando lungo la strada ha arrestato l'accoltellatore, Filippo L'Abbate, di 52 anni. Di Bella è morto poco dopo il trasporto nell'Ospedale Vittorio Emanuele.
Non percepiscono lo stipendio: dipendenti Tecnis in sciopero$
Redazione (Twitter: @siciliatoday)
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Sono in sciopero ad oltranza i trecento lavoratori catanesi della Tecnis, società impegnata nella realizzazione di grandi opere infrastrutturali. L’azienda, secondo quanto rendono noto i sindacati, non avrebbe corrisposto l’ultimo stipendio ai dipendenti. La Tecnis a Catania sta operando ai cantieri del Porto, Interporto, Metropolitana e all’ospedale San Marco.
Lino Leanza lascia Articolo 4$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Lino Leanza lascia il movimento Articolo 4 e il gruppo parlamentare all'Ars. La decisione dopo lo strappo interno al gruppo per la formazione del nuovo governo Crocetta. Durante le trattative, Art.4 aveva chiesto due assessori con la riconferma di Paolo Ezechia Reale, ma in giunta è stato confermato un solo assessore e per l'incarico Leanza ha indicato l'avvocato Nino Caleca. I dissidi hanno portato Leanza, tra i fondatori di Art.4, a lasciare il movimento.
Omicidio Noce, accusa conferma richiesta di ergastolo$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Inammissibilità del processo di secondo grado per la rinuncia all'impugnazione avanzata dall' imputato e, in subordine, la conferma della sentenza di primo grado: l'ergastolo. Sono le richieste avanzate dal sostituto procuratore generale Giulio Toscano alla Corte d'assise d'appello di Catania a conclusione della requisitoria del processo a Loris Gagliano che uccise fidanzata e nono di quest'ultima.
Palermo, operai manifestano sul tetto del Comune$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Attimi di tensione a Palermo, in piazza Pretoria. Alcuni operai sono riusciti a entrare a Palazzo delle Aquile, sede del municipio del capoluogo siciliano, raggiungendo il tetto dell’edificio e minacciando di buttarsi giù. A quanto si apprende si tratterebbe di due o tre persone. Il portone del Palazzo è stato quindi chiuso, mentre entravano in azione gli agenti della Digos, per condurre una delicata trattativa per convincere gli operai a desistere e a lasciare il tetto.
Bicocca, droga e pizzini ai detenuti: arrestato$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
L'assistente capo della Polizia Penitenziaria del carcere Bicocca di Catania, Mario Musumeci, è stato sottoposto dai carabinieri agli arresti domiciliari con l'accusa di corruzione continuata e detenzione a fine di spaccio di sostanza stupefacente del tipo marijuana e cocaina, commessi tra il 2009 e il 2013.
Catania, confisca ad imprenditore agricolo vicino al boss Rampulla$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
La Dia di Catania e Messina ha eseguito una confisca di primo grado di beni per 50 milioni di euro riconducibili all'imprenditore Giuseppe Scinardo, ritenuto uomo di fiducia del capomafia Sebastiano Rampulla. Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Catania e riguarda società, ditte, numerosi immobili, vaste distese di terreno e svariati fabbricati.
Coop Sicilia, sono 122 gli esuberi$
Web
di Gaetano Russo
Sono 122 gli esuberi annunciati dalla Coop in Sicilia, 92 dei quali a Catania. È quanto è emerso dal primo incontro a Roma sulla procedura di mobilità avviata d'azienda della grande distribuzione. Alla riunione hanno partecipato l'amministratore delegato Lucio Rossetto, una delegazione aziendale, e i rappresentanti dei sindacati Fisascat Cisl, Filcams Cgil e Uiltucs Uil.
Advertisement
Advertisement