Imprenditore pagava il pizzo da oltre 20 anni: arrestato aguzzino$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Pagavano il pizzo da oltre vent’anni, ma da venerdì scorso il loro aguzzino, insieme ai complici, è finito in manette. È successo a Catania, più precisamente a San Giovanni Galerno, dove i carabinieri hanno tratto in arresto Vincenzo Mirenda, titolare di un chiosco bar, ritenuto appartenente alla famiglia mafiosa dei “Santapaola”.
Tragedia San Giovanni La Punta: Gip convalida arresto del padre$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Il Gip di Catania, Flavia Panzano, accogliendo la richiesta del sostituto procuratore Agata Santonocito, ha convalidato il fermo, eseguito da carabinieri, di Roberto Russo, il 47enne che il 22 agosto scorso ha accoltellato nel sonno le figlie di 12 e 14 anni. La prima è morta, la seconda è ricoverata con la prognosi riservata nel reparto di rianimazione dell'ospedale Garibaldi.
Scafisti traditi da selfie: arrestati sette egiziani$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Sono stati fermati la notte scorsa sette egiziani ritenuti gli scafisti che hanno condotto in Italia 442 migranti, salvati da un mercantile che è arrivato a Pozzallo, compresi un centinaio di palestinesi in fuga da Gaza. Il provvedimento è stato eseguito da polizia di Stato, carabinieri e guardia di finanza su disposizione della Procura di Ragusa. A tradire l'equipaggio i "selfie" che i sette si sono scattati sorridenti sulla plancia sul vecchio yacht.
Giarre, medico lavora 15 giorni in 9 anni, lui si difende:
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Ha lavorato 15 giorni in 9 anni e sarebbe tutto regolare. Questo sarebbe il vero e proprio record negativo di presenze di un medico del pronto soccorso dell’ospedale di Giarre che, assunto nel 2005, sarebbe stato nel reparto del ‘Sant’Isidoro’ per poco più di 2 settimane. Quest’episodio, secondo quanto rivelato da accertamenti interni avviati dall’Asp3 di Catania dopo alcune segnalazioni giunte dall’ospedale, ha trovato poi delle conferme ai vertici dell’Azienda sanitaria provinciale.
Tragedia a Carlentini: donna uccide marito a coltellate$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Tragedia famigliare questa mattina a Carlentini. All'alba di oggi una donna di 69 anni ha ucciso a coltellate il marito 72enne e quindi ha cercato di togliersi la vita ferendosi gravemente con lo stesso coltello. I carabinieri, giunti sul posto dopo essere stati chiamati dai vicini di casa della coppia, hanno trovato l'uomo già morto a causa delle profonde ferite inflittegli dalla moglie.
Catania, arrestati rapinatori seriali$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Fontanarossa hanno arrestato, nei giorni scorsi, A. S., 21enne, catanese del quartiere di Librino, ed un 21enne, di Misterbianco, autori di diverse rapine perpetrate, nel recente periodo, in danno di vari distributori di carburante ubicati tra Catania, Aci Castello e Misterbianco.
Piano giovani-bis, gli assessori Bruno e Scilabra sfiduciano la dirigente generale della Formazione$
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Caos Piano giovani-bis: via libera anche a chi ha 18 anni e selezioni affidate a imprese, ma l'avviso che mette in cantina il click day fa infuriare il governo e non piace a sindacati e pezzi della maggioranza. Gli assessori Bruno e Scilabra sfiduciano la Corsello.
Paternò piange la morte di una coppia di fidanzatini$
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Morto anche Antonino Virgillito, di 22 anni, che era rimasto gravemente ferito in un incidente stradale nel quale era morta sul colpo la fidanzata, Veronica Castro, di 18 anni.
Palermo, carcere per
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Partinico (Pa), stop ai domiciliari: finisce in carcere l'uomo arrestato tre giorni di fila. Il Gip del Tribunale di Palermo ha disposto la misura del carcere causa "reiterate condotte di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti".
Palermo, arrestato tre volte in tre giorni$
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Un giovane è stato arrestato per la terza volta in tre giorni, per spaccio di droga. L'incredibile record appartiene ad un disoccupato di Partinico, in provincia di Palermo.
Advertisement
Advertisement