Sant'Agata riabbraccia Catania$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Con la celebrazione della messa dell’aurora e la processione “fuori le mura”, o il giro esterno, come è più noto tra i fedeli, sono entrati nel vivo a Catania i festeggiamenti per Sant’Agata. La città riabbraccia la patrona e comincia la lunga maratona: per due giorni migliaia di fedeli si stringeranno intorno al fercolo con le reliquie della Santa, preceduta dai 12 cerei che si sfideranno in ‘annacate’ e gare di resistenza.
Nasce gruppo di giovani indipendentisti siciliani$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Si chiama 'Avanguardia giovanile siciliana', è il nuovo movimento costituito da giovani nell'alveo dei 'Siciliani liberi', gli indipendentisti guidati dal segretario politico Ciro Lomonte, e che quest'anno terranno il primo congresso nell'isola dopo avere partecipato alle elezioni regionali in Sicilia.
Armi e droga, arrestai padre e figlio$
Web
di Redazione (twitter: @sicliatoday)
La polizia ha arrestato Filippo e Francesco Marra di 58 e 30 anni, padre e figlio, accusati di coltivazione di droga e detenzione di armi. Gli agenti hanno trovato e sequestrato una piantagione indoor nella loro abitazione in corso dei Mille. In un capannone nei pressi della casa gli agenti hanno scoperto una busta con mezzo chilo di hashish e una pistola beretta, modello "7,65", con matricola abrasa, modificata, con tanto di silenziatore artigianale e 4 cartucce.
Sant'Agata in sicurezza: tutte le ordinanze$
Web
di Redazione
Divieti di accensione dei ceri, di vendita e somministrazione delle bevande in vetro, di detenere bombole di gas lungo il percorso del fercolo: sono i punti salienti fissati dalle ordinanze del sindaco di Catania, Enzo Bianco, per evitare situazioni pericolose, a tutela della salute e dell’incolumità delle migliaia di persone che, come ogni anno, seguiranno la festa di Sant’Agata, Patrona della città.
Catania, con se aveva 1,4 kg di cocaina: arrestato figlio di boss$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Un 33enne, incensurato, figlio di un boss del rione San Cristoforo di Catania, è stato arrestato da carabinieri della compagnia Piazza Dante per spaccio di sostanze stupefacenti. Durante una perquisizione nell'abitazione della nonna, con cui vive, militari del nucleo operativo hanno sequestrato 1,4 chilogrammi di cocaina, il cui valore di 'mercato' è stato stimato dagli investigatori in oltre 150mila euro.
Prete rifiuta offerta in centesimi: duro rimbrotto del vescovo di Noto$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Ha rifiutato le offerte in centesimi fatte dai fedeli durante una messa funebre, il parroco della Chiesa del Cuore Immacolato di Modica, don Mario Martorina. Il 'caso' è finito sul tavolo del vescovo di Noto, Antonio Staglianò, che ha chiesto spiegazioni al prete ed ha stigmatizzato il suo gesto. Il vescovo Staglianò si è poi dichiarato dispiaciuto per l'episodio che ha definito "disdicevole" perché non sarebbe "ecclesialmente possibile".
Adrano, azzerato clan mafioso: trenta arresti$
Web
di Redazione
Un'operazione della polizia di Stato di Catania, con 33 arresti, ha decapitato i vertici e disarticolato i ranghi del clan Santangelo 'Taccuni' di Adrano, collegato alla 'famiglia' Santapaola-Ercolano. I reati contestati, a vario titolo, sono associazione mafiosa, traffico di sostanze stupefacenti, estorsione, rapina, furto con l'aggravante del metodo mafioso.
Colpo a clan Bagheria, sei arresti$
Web
di Redazione
I carabinieri del Comando Provinciale di Palermo, su disposizione della Dda hanno fermato sei persone accusate di associazione mafiosa ed estorsione aggravata. Il provvedimento nasce da un'indagine della Compagnia di Bagheria che ha permesso di accertare i ruoli dei fermati in Cosa nostra e una serie di taglieggiamenti a commercianti e imprenditori di Bagheria.
Gentiloni inaugura
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il premier Paolo Gentiloni e il ministro Dario Franceschini al teatro Massimo hanno partecipato alla cerimonia d'apertura di Palermo capitale della cultura 2018. "E' un' occasione per tutti gli italiani cui non sfugge la realtà di una città che ha sofferto e che certamente non ha del tutto superato difficoltà sociali, che è stata anche al centro di lutti, minacce, che è stata in qualche modo costretta a convivere con stereotipi a livello nazionale e internazionale. Ma è una città che sta cambiando, proiettata al futuro. Questa è una occasione per dire grazie Palermo, gli italiani sono orgogliosi di questa città".
Catania, trovato morto in auto con proiettile in testa$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il cadavere di un 64enne è stato trovato in via Giuffrida Castorina, a Catania, in una zona interessata dai lavori per la realizzazione della bretella destinata ad alleggerire il traffico del Tondo Gioeni. L’uomo era seduto dal lato passeggero di una Panda, ed è morto per un colpo di pistola alla testa.
Advertisement
Advertisement