Catania, manette e sequestri al re delle slot machine$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Maxi confisca di beni riconducibili ad Antonio Padovani – 62 anni, di Catania – imprenditore del settore delle sale gioco e delle slot machine, coinvolto in inchieste antimafia sui clan nisseni. I finanzieri del nucleo di Polizia Tributaria di Caltanissetta appartenenti al Gico, in collaborazione con lo Scico di Roma, hanno confiscato sedici società, quote societarie, depositi bancari per 45 milioni di euro.
Messina, sbarcati 238 migranti$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Sono sbarcati stamani al molo Marconi del porto di Messina 283 migranti di diverse nazionalità. Erano stati soccorsi ieri al largo del Canale di Sicilia. Tra di loro tre minori e 40 donne. I profughi sono stati portati al Pala Nebiolo e al centro di Bisconte. È previsto nel primo pomeriggio l'arrivo, nel porto di Reggio Calabria, della nave "Euro" della Marina Militare con a bordo la piccola Yambambi Yete, la bambina nata ieri a bordo grazie all'aiuto di tutto l'equipaggio.
Prizzi: denunciati tre tombaroli a caccia di reperti$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
La notte scorsa i Carabinieri della stazione di Prizzi, durante un servizio perlustrativo in località Marfarina, hanno notato la presenza insolita di un’autovettura con targa straniera, nascosta dalla vegetazione, nei pressi di un fondo agricolo privato. I militari dell’Arma hanno notato tre individui che poco lontano dall’autovettura, scandagliavano il terreno circostante alla ricerca di reperti archeologici da estrarre.
Alitalia e le rotte verso il sud, presidente Sac rassicura:
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Le prime scelte successive al "matrimonio" di Alitalia con gli arabi di Eithad colpiscono duramente la Sicilia e il Sud. Da Catania non ci saranno più collegamenti diretti con Malpensa, Bologna, Torino e Venezia. Verona e Pisa in bilico. Anci e amministratori locali sul piede di guerra. «Ridicolo affermare che i collegamenti aerei tra Nord e Sud non sono redditizi», commenta l’assessore regionale Nico Torrisi. «Non si può pensare di spezzare in due il Paese», afferma il sindaco di Catania Enzo Bianco.
Messina, attentato incendiario caserma Bisconte$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
La caserma Gasparro nel rione nel rione Bisconte a Messina, la scorsa notte è stata oggetto di un attentato incendiario. Un’auto con a bordo una tanica di carburante è stata lanciata contro il portone dell’edificio – destinato all’alloggio dei migranti – e poi fatta incendiare con cinque colpi di arma da fuoco. Il rogo è stato comunque domato dai vigili del fuoco; sul posto sono intervenuti anche gli agenti delle Volanti e i poliziotti della Scientifica che hanno avviato le prime indagini.
Tragedia San Giovanni La Punta: dimessa la 14enne Marika$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
E' stata dimessa dal Reparto di Rianimazione dell'ospedale Garibaldi centro di Catania la 14enne Marika accoltellata il 22 agosto dal padre, Roberto Russo, che ha ucciso anche un altra figlia di 12 anni e poi tentato il suicidio, in considerazione del "miglioramento delle condizioni cliniche". Il bollettino medico diffuso dall'ospedale aggiunge che la ragazza, è stata trasferita in struttura specialistica adeguata "per la prosecuzione dell'intervento psicoterapeutico iniziato durante la degenza in Rianimazione".
Catania, due arresti per ricettazione e furto$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Sono stati arrestati a Catania due rapinatori seriali. Si tratta di C. M. di 19 anni, pregiudicato, accusato di rapina e ricettazione e di M. F., pregiudicato di 38 anni, accusato solo di ricettazione. I due sono finiti in manette dopo aver rapinato il distributore di carburante in via Zia Lisa il 29 agosto scorso.
Ars, Scilabra risponde alla Corsello:
Web
di Carlo Galati (Twitter: @carlogalati)
E' una vera e propria controrelazione ah hoc, quella presentata dall'assessore alla formazione, Nelli Scilabra, in risposta alle accuse mosse dall'ex dirigente generale dell'assessorato, Anna Rosa Corsello, sul flop del tanto vituperato click day: "Nessuna pressione alla Corsello". Le critiche dell'opposizione guidata da Nello Musumeci.
Catania, ricercato va a salutare la famiglia: arrestato$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il latitante N.L., di 36 anni, ritenuto un rapinatore ‘specializzato’ in assalti a banche, ricercato da circa un anno, è stato arrestato da agenti del commissariato Nesima della polizia di Stato di Catania. L’uomo, che non ha opposto resistenza all’arresto, è stato arrestato dalla polizia nell’abitazione della sua famiglia, nel rione Cibali, dove si era recato per un rapido incontro con la moglie e i figli.
Dalla Chiesa, 32 anni dopo sospetti e veleni$
Web
di Gaetano Russo
Nel giorno del 32esimo anniversario dell'assassinio del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa si torna a parlare della cassaforte trovata vuota nella residenza di Villa Pajno, dopo l'uccisione del prefetto di Palermo. Ad accennarne è il boss Totò Riina che nelle lunghe passeggiate col compagno d'ora d'aria, il pugliese Alberto Lorusso.
Advertisement
Advertisement