Il sud a rischio desertificazione industriale e umana$
Web
di Redazione (Twitter: @sicilitoday)
"Una terra a rischio desertificazione industriale e umana, dove si continua a emigrare, non fare figli e impoverirsi: in cinque anni le famiglie assolutamente povere sono aumentate di due volte e mezzo, da 443mila a 1 milione e 14mila nuclei". Oggi questo è il Sud. Lo indica il rapporto Svimez sull'economia del Mezzogiorno 2014. Negli anni della crisi, 2008-2013, "il settore manifatturiero" nel Mezzogiorno "ha perso il 27% del proprio prodotto, e ha più che dimezzato gli investimenti (-53%)".
Marsala, cade in piscina: grave bimba di quattro anni$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Attimi di paura oggi a Marsala, dove un bambino di 4 anni si trova in gravi condizioni, dopo aver rischiato di annegare cadendo nella piscina gonfiabile della sua abitazione in contrada Ranna. Secondo le prime ricostruzioni, il piccolo sarebbe sfuggito al controllo della madre, che era in casa con lui, finendo in acqua. A salvarlo è stata lei stessa che, accortasi dell’accaduto, lo ha tirato fuori dalla piscina per poi chiamare i soccorsi.
Accorinti non molla la presa sui tir$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Il sindaco di Messina Renato Accorinti è tornato sul cavalcavia vicino alla stazione ferroviaria di Messina per bloccare i Tir arrivati con le navi Cartour del gruppo Caronte al molo Norimberga e che, secondo l'ordinanza del primo cittadino, non possono passare dal centro della città dello Stretto. Accorinti insieme a simpatizzanti e consiglieri comunali ha anche fatto installare un gazebo informativo con i cartelli del Comune per spiegare agli autisti dei mezzi pesanti che non possono passare più nonostante i ricorsi presentati dal sindacato degli autotrasportatori e dal gruppo Caronte & Tourist.
Eni, corteo di protesta contro la chiusura dello stabilimento$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Gela scende in piazza per difendere il Petrolchimico. Ha preso il via stamattina dal Museo civico della città della Sicilia meridionale il corteo dei lavoratori del petrolchimico e dell’indotto dello stabilimento Eni per protestare contro la minaccia di chiusura del sito, malgrado le rassicurazioni del Cane a sei zampe. Sarebbero 20 mila gli operai con le bandiere di tutte le sigle sindacali di categoria, accompagnati da sindaci e amministratori locali.

Forconi, tornano i blocchi, torna la protesta$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Si sta distruggendo un'economia, la si sta martoriando e se continua così siamo pronti in inverno a fare quello che stiamo facendo stamattina. Il governo deve darsi da fare per attuare al più presto le norme di salvaguardia. E' la continuazione di una protesta fatta in modo civile, democratico ed autorizzato. Anche il presidente dell'Ars ha dichiarato qualche giorno fa a Bruxelles che l'agricoltura è in ginocchio". Lo afferma Mariano Ferro, il leader dei Forconi, che stamane sono tornati a protestare in 'strada' con un carico di pomodorin provenienti dalla Tunisia.
Sub, due morti in Sicilia$
di Redazione (Twitter @siciliatoday)
E’ stata una tragica domenica per gli appassionati del mare e dei suoi fondali. Sono due i sub che ieri hanno perso la vita in Sicilia in due diverse immersioni, una nelle acqua di Siracusa e una nel mare blu di Ustica.
Sicilia, allarme Confindustria:
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
“Il fatto che la Sicilia non abbia ancora pagato un euro dei propri debiti mette a dura prova il sistema economico e sociale di questa regione. Lo abbiamo detto e lo ribadiamo: avere la possibilità di rimettere liquidità in circolo e non farlo significa condannare in maniera deliberata le imprese, portandole al fallimento, e con esse i dipendenti che perdono il proprio posto di lavoro”. Confindustria Sicilia commenta così l’ultima analisi sui debiti della Pubblica amministrazione realizzata dal ministero dell’Economia e aggiornata al 21 Luglio.
Web
di Carlo Galati (Twitter: @carlogalati)
Le federazioni provinciali di Fillea Cgil e Filt Cgil di Catania denunciano lo stato di grave degrado in cui versa l’Autostrada A18 Catania – Messina. I segretari Claudio Longo della Fillea e Alessandro Grasso della Filt segnalano “le condizioni di pericolo a cui sono sottoposti migliaia di utenti che ogni giorno percorrono una delle più importanti arterie stradali della nostra Regione”.
Catania, per protesta la stazione diventa un camping$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Trasformare la stazione centrale di Catania, che ha un bel affaccio sul mare, in un camping. È la provocazione del Comitato dei pendolari, ma già adottata da una coppia, forse di turisti, che ha piantato una tenda accanto a un vecchio vagone in disuso. «Da diversi anni - afferma il Comitato dei pendolari - bar, edicola, ufficio informazioni e accoglienza turistica hanno chiuso, qualcuno ha pensato bene di trasformare una parte della stazione in camping per le vacanze estive...».
Messina, Accorinti annulla l'ordinanza sui Tir$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Causa ricorso siamo obbligati a sospendere momentaneamente la delibera contro il passaggio dei tir in città. Siamo già al lavoro con dirigenti e avvocati per una nuova delibera". Per ora il sindaco di Messina, Renato Accorinti, deve arrendersi. E' stato lui stesso, su Facebook, ad annunciare la sospensione degli effetti dell'ordinanza, con cui è stato introdotto il divieto di transito (dalle 7 alle 21) dei Tir in via La Farina, viale Europa, via Rizzo, via Vittorio Emanuele II, via Campo delle Vettovaglie.
Advertisement
Advertisement