Soccorso barcone con 95 migranti a bordo$
Web
di Redazione
Un barcone con 95 migranti è stato soccorso ieri sera nelle vicinanze delle coste di Lampedusa. Dopo essere stati trasbordati sulle motovedette della Guardia Costiera gli extracomunitari, quasi certamente tunisini, sono stati trasferiti a bordo della nave inglese protector che sta navigando alla volta di Pozzallo (Rg). Si tratta del secondo recupero nel giro di pochi giorni di migranti che non vengono fatti sbarcare a Lampedusa ma accompagnati con altre imbarcazioni verso la Sicilia.
Catania, vandali al boschetto Plaia.
Web
di Redazione
Grave atto di vandalismo stanotte nel boschetto della Plaia, dove sono stati aperti e letteralmente distrutti i servizi igienici utilizzati dai visitatori dell’area. Le strutture vengono chiuse nelle ore serali così come l’area del Boschetto. Gli ignoti vandali dopo essere entrati nell’area verde, hanno scassinato le porte dei bagni e, probabilmente con l’uso di un oggetto particolarmente pesante, hanno scardinato e distrutto i servizi igienici.
Sbarca a Catania nave Acquarius: a bordo 105 migranti fuggiti dalla Libia$
Web
di Redazione
Giunti questa mattina al porto di Catania 105 migranti, a bordo della nave Aquarius di Sos Mediterranee e Msf, battente bandiera inglese. Tra essi, 8 donne e 34 minorenni, inclusi sei bambini di età inferiore ai 13 anni. Sul posto, stando ai dati forniti da Sos Meditettanee sono intervenute le forze dell’ordine e le organizzazioni di soccorso. Immigranti erano stati soccorsi su un gommone e trasferiti da una nave a un’altra delle ong, e da alcuni giorni attendevano di approdare sulla terraferma. La maggior parte ha dichiarato di essere in fuga dalla Libia, a causa dell’insicurezza del Paese, ma altri provengono anche da Bangladesh, Egitto, Eritrea e Sudan.
Estradato boss catanese dalla Francia, gestiva spaccio nell'hinterland$
Web
di Redazione
Rientra oggi in Italia, estradato dalla Francia, scortato da personale del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, Luigi Bellanca, di 50 anni, nato in Francia e di origini siciliane, arrestato dalla polizia spagnola nei pressi di Malaga, in Spagna, il 14 marzo scorso perché era sfuggito alla cattura nell’ambito dell’operazione “Baly” del Comando Compagnia Carabinieri di Gravina di Catania, che nel novembre del 2016 smantellò un’organizzazione criminale dedita allo spaccio di droga, cocaina e marijuana nell’hinterland etneo.
Giro d'Italia in arrivo a Catania; previsti disagi per gli automobilisti$
Web
di Redazione
Stamani l’aeroporto di Catania ha accolto la carovana del 101° Giro d’Italia proveniente da Israele. Cinque i voli atterrati a Fontanarossa nel corso della mattina, fra cargo (con a bordo circa 400 bici per la gara) e charter che hanno trasferito in Sicilia i 180 atleti delle 22 squadre in gara, dirigenti, tecnici e gli inviati della stampa italiana e internazionale al seguito della competizione ciclistica che domani partirà da Catania con la sua prima tappa di 200 km fino a Caltagirone.
Scambiati per tifosi del Siracusa e picchiati, in manette ultras catanesi$
Web
di Redazione
La Polizia ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un gruppo di ultras del Catania che il 29 aprile scorso, durante la trasferta a Matera, ha aggredito inermi cittadini agli imbarcaderi di Messina e dato fuoco con un fumogeno dopo averla inseguita sull'autostrada A2, a un auto i cui occupanti erano stati erroneamente scambiati per tifosi del Siracusa e che sono stati anche picchiati e rapinati vicino alla stazione ferrovia di Lamezia Terme. L'assalto degli ultras è stato interrotto dall'intervento di un operatore Polfer e da altri poliziotti giunto immediatamente in aiuto.
Aggredirono medici al pronto soccorso, arrestati due fratelli pregiudicati$
Web
di Redazione
Un fratello di 39 anni posto agli arresti domiciliari e l'altro di 34 all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. E' il provvedimento del Gip di Catania eseguito da carabinieri che hanno indagato sull'aggressione, il 14 marzo scorso, a una dottoressa nel pronto soccorso dell'ospedale Vittorio Emanuele mentre ordinava ai parenti di un giovane privo di sensi per un incidente stradale di lasciare la stanza per potere assistere il malato.
Trapani, donna salta la fila in ospedale: picchiata$
Web
di Redazione
Una dipendente dell'Asp di Trapani che lavora al Cup di Castelvetrano ieri è stata presa a botte da una donna che aveva saltato la fila. La vittima è stata medicata al pronto soccorso dell'ospedale di Castelvetrano, mentre la donna è fuggita. "Voglio esprimere la solidarietà alla nostra dipendente aggredita al Centro unico prenotazioni di Castelvetrano. Questo personale, sempre in prima linea, e che opera con professionalità e con spirito di servizio, è spesso soggetto a episodi di inciviltà e violenza verbale, sfociati ora anche nella violenza fisica", ha detto il commissario dell'Asp di Trapani, Giovanni Bavetta.
Mafia, 15 anni a nuovo boss di Corleone$
Web
di Redazione
La corte d'appello di Palermo ha sostanzialmente confermato le condanne inflitte in primo grado a sei mafiosi corleonesi. Quindici anni sono stati inflitti a Rosario Lo Bue, capomafia di Corleone che ha preso lo scettro di Riina, sei anni e otto mesi ha avuto Pietro Pollichino, nove anni e otto mesi Vincenzo Pellitteri, (la sua pena è stata lievemente ridotta rispetto al primo grado), otto anni e otto mesi Salvatore Pellitteri, 43 anni, nove Roberto Pellitteri e Salvatore Pellitteri di 26 anni.
Anche Catania registra figlio di coppia gay$
Web
di Redazione
Dopo Torino, Gabicce e Roma anche Catania è tra le città che sta procedendo alla trascrizione di certificati di nascita stranieri di figli coppie omosessuali. In particolare, spiega in una nota Famiglie Arcobaleno, "nelle ultime settimane l'amministrazione guidata dal sindaco Enzo Bianco ha proceduto a trascrivere l'atto di nascita di due gemelli nati in America, figli di due padri, D. e N., di 36 e 42 anni". Anche in questo caso come in quello di Roma la trascrizione è stata spontanea ovvero senza l'intervento del Tribunale.
Advertisement
Advertisement